Misure di sicurezza taxi al via, collegamento con Polizia locale e bando acquisto sistema antirapina

Taxi“Il Comune di Milano ha rispettato gli impegni presi con i tassisti il 12 ottobre scorso. Nelle prossime settimane daremo il via ad importanti iniziative per migliorare la sicurezza della categoria: collegamento degli operatori alla Control Room della Polizia Locale, bando per l’acquisto agevolato di sistemi di difesa, protocollo di comportamento in caso di pericolo”.

 

Lo ha comunicato il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza e al Traffico e alla Mobilità Riccardo De Corato alle rappresentanze dei tassisti giunte oggi a Palazzo del Capitano per un nuovo tavolo sulla sicurezza degli operatori.

 

COLLEGAMENTO ALLA CONTROL ROOM – “A partire dal 1° dicembre, quindi tra poco più di due settimane – ricorda De Corato –, attiveremo il collegamento diretto punto-punto fra le centrali operative del servizio radiotaxi e la Control Room della Polizia Locale di via Silvio Pellico. In questo modo garantiremo a 4.000 operatori una maggiore tutela e un intervento più tempestivo delle Forze dell’Ordine in caso di necessità. E’ un servizio importante che estenderemo anche agli altri 955 tassisti che saranno presto contattati per l’installazione di specifici apparecchi elettronici sulle loro vetture da una società privata, la Securitalia, che gestirà fino a dicembre 2011 anche tutte le segnalazioni. Inizieranno domani i primi sopralluoghi tecnici presso le centrali radiotaxi”.

 

BANDO – “Entro dicembre, aggiunge poi De Corato, partirà il nuovo bando destinato ai tassisti per l’acquisto agevolato di sistemi di sicurezza e protezione passiva, come telecamere a bordo delle vetture e sistemi di pagamento elettronici. Saranno stanziati 500 mila euro, anche utilizzando i fondi non impiegati del precedente bando del 2007 cui avevano aderito 158 operatori”.

 

PROTOCOLLO ANTI-AGGRESSIONE – “La Polizia Locale, continua il vice Sindaco, diffonderà tra i tassisti un protocollo di comportamento per aiutare gli operatori a riconoscere le situazioni di potenziale pericolo e quindi ad evitarle. In un’ottica di prevenzione che risulta sempre la migliore arma di difesa”.

 

PARTE CIVILE NEL PROCESSO – “Abbiamo già fatto richiesta all’Avvocatura comunale, conclude De Corato, per la costituzione di parte civile nel processo per la morte di Luca Massari. Un impegno che avevamo preso per manifestare vicinanza alla famiglia e condannare fermamente la brutale aggressione, per cui chiederemo il massimo dei danni”.

 

Leggi anche:

Morto Luca Massari, il tassista aggredito barbaramente per aver involontariamente investito un cane

Tassista picchiato entra in coma, aggredito per aver investito e ucciso un cane

Acquisto dispositivi sicurezza per 1000 tassisti, a costo completamente sostenuto dal Comune

Sicurezza tassisti, tra le nuove iniziative il collegamento diretto con la Control Room della Polizia Locale e un fondo per le vittime di aggressione

Rapinato tassista via Grassi, Quarto Oggiaro, l’hanno aggredito in quattro, presumibilmente nomadi

Piazza Loreto, rapina con coltello

 

Di Redazione
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here