Truffa urto specchietto Assago, vittima una lettrice che ci racconta come ha messo in fuga gli imbroglioni

Un nuovo tentativo di truffa del quale è stata vittima una lettrice cha ha scritto alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), raccontandoci la propria esperienza. Si tratta, ancora una volta, del vecchissimo trucco dell’urto della carrozzeria: per evitare l’assicurazione, i malviventi chiedono in genere un pagamento in contanti immediato, non troppo elevato, in modo da ottenere subito danaro sonante. Salvarsi dalla truffa, tuttavia, è semplice: vediamo come ha fatto la nostra lettrice:

 

LA TRUFFA, ALLA ROTONDA CHE PRECEDE IL FORUM D’ASSAGO – “Buonasera, come da oggetto volevo segnalare che oggi (il 22 novembre 2012, ndr) è stato effettuato un tentativo di truffa dello specchietto – spiega la nostra lettrice.

– “Nello specifico – aggiunge – sulla statale 35  tra Milano e Pavia, all’altezza del semaforo che precede la rotonda del Forum di Assago (quella con la “i” di Iper per intenderci).

 

IL FALSO URTO DELLA CARROZZERIA – “All’improvviso vengo affiancata da due individui che mi dicono che ho toccato loro lo specchietto – sottolinea la cittadina. – Visto la larghezza della strada la cosa era alquanto improbabile, ciononostante mi sono fermata alla fermata del bus.

 

LE SCUSE ACCAMPATE DAI TRUFFATORI – “Ho aperto il finestrino, – prosegue la lettrice. – Uno dei due ha simulato che ci fosse qualcosa sul mio specchietto e l’ha chiuso, chiedendomi come facessi a guidare con lo specchietto chiuso e altre scuse.

– “Sono scesa dalla macchina – continua a spiegare, – chiudendo sia il finestrino che le portiere con il telecomando.

 

LA CONTROFFENSIVA: RIFIUTARSI DI PAGARE E DIRE DI VOLER CHIAMARE I VIGILI, SUBITO – “Essendomi resa conto che lo specchietto era stato chiuso in quel momento dall’individuo – aggiunge la signora, – gliel’ho fatto notare.

– “Quando poi ha detto di voler chiamare i vigili ho preso la palla al balzo – spiega la lettrice, – e ho detto che non ero intenzionata a pagare e che volevo i vigili.

 

LA FUGA DEI TRUFFATORI – “A questo punto ha detto che probabilmente si era sbagliato ed è fuggito in macchina con il conducente che lo aspettava – prosegue la coraggiosa lettrice.

 

L’AUTO DEI MALVIVENTI – “La vettura che guidavano è un’auto grigia, la targa iniziava con CH o CM…(purtroppo non ho avuto la prontezza di prendere il numero). Nella targa c’era pero’ – ricorda la lettrice – un simbolo giallo non identificato bene.

.

SPERO DI ESSERE STATA UTILE AGLI ALTRI CITTADINI – “Segnalo l’episodio – conclude la lettrice, – sperando di poter essere utile a evitare tentativi di furto. Grazie mille.”

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Truffa urto urto via Vincenzo da Seregno Milano, un lettore non ci è cascato e ci ha scritto, ecco cos’è successo

Furto orologio via degli Olivetani Milano, col trucco dello specchietto rubato modello da 40mila euro

Truffa urto dello specchietto Milano via Monfalcone, un botto e poi la richiesta di contanti per evitare l’assicurazione, nuovo caso raccontato da un lettore

Truffa urto specchietto Milano Stazione Centrale, lettore appena truffato scrive a Cronacamilano: mi hanno chiesto 200 euro per evitare l’assicurazione

Truffa dell’urto dell’auto e della strisciata Milano piazza Maggi, un lettore racconta che un’auto l’ha urtato e il conducente ha chiesto 150 euro di danni in contanti per evitare di coinvolgere l’assicurazione: era una truffa

Truffa specchietto auto Milano via Gallarate, 220 euro per un danno procurato apposta

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here