Furto colletta famiglia tassista Massari, 15 mila euro rubati da una cassaforte del Satam

Sono stati rubati 15mila euro raccolti dai colleghi di Luca Massari in qualità di atto solidale verso la famiglia del tassista brutalmente ucciso in largo Caccia Dominioni, per aver involontariamente investito un cane.

 

I fondi sono stati rubati durante la notte tra venerdì 12 e sabato 13 novembre in via Messina alla sede del Satam, il sindacato artigiani tassisti di Milano.

 

A dare l’allarme un addetto alle pulizie che, alle 7,30 del mattino, iniziando a prestare lavoro ha trovato a soqquadro il locale dove è situata la cassaforte, chiaramente violata, e ha immediatamente chiamato il presidente di Satam.

Secondo le indagini sembrerebbe che chi ha agito abbia avuto “mani esperte”, che hanno sottratto anche una medaglia d’oro, l’incasso del venerdì del Satam e di altre società di servizi.

 

Il malvivente ha agito rompendo il vetro dell’unica finestra senza allarme, per salire poi al primo piano dove, in una sorta di teca, era custodita la chiave della cassaforte.

 

Il sindacato aveva fatto appena in tempo a inviare un bonifico di 6.300 euro alla famiglia Massari; il fratello di Luca, Marco Massari, ha definito il gesto “inqualificabile”.

 

Leggi anche:

Funerale tassista Luca Massari giovedì 18 novembre Locate Triulzi ore 15, sospeso servizio taxi ore 15 – 17 e possibili rallentamenti via Ripamonti

Morto Luca Massari, il tassista aggredito barbaramente per aver involontariamente investito un cane

Tassista picchiato entra in coma, aggredito per aver investito e ucciso un cane

Misure di sicurezza taxi al via, collegamento con Polizia locale e bando acquisto sistema antirapina

 

 di Redazione

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here