Degrado uffici comunali Milano via Melchiorre Gioia, Pisapia interviene e fa nuove promesse

Buco SoffittiContinua la situazione di grave degrado alla quale sono costretti circa 900 lavoratori comunicali presso gli uffici di via Merlchiorre Gioia 39. Dopo il dettagliatissimo racconto fornitoci da un dirigente sindacale, che senza mezzi termini ha parlato di uffici al gelo, presenza di topi e amianto, ecco l’aggiornamento della situazione, alla luce di nuove promesse snocciolate ieri, questa volta, dal Sandaco Pisapia in persona. Nel dettaglio.

 

 

IL BLOCCO DEGLI UFFICI DA MERCOLEDì 12 DICEMBRE 2012 – “Dopo giorni al gelo, questa mattina, mercoledì 12 dicembre i comunali del palazzo di via Pirelli 39 hanno scelto di rifiutarsi di protocollare bloccando gli uffici dell’edilizia. Nonostante l’intervento dell’assessore all’Urbanistica, Edilizia privata di Milano, Lucia De Cesaris e dell’Assessore alla Casa, Demanio e Lavori pubblici  Lucia  Castellano, che hanno chiesto ai dipendenti dei primi tre piani del degradato palazzo che sovrasta via Melchiorre Gioia di riprendere il lavoro, quasi tutti gli sportelli sono rimasti chiusi.

– Lavori edili, case popolari, visure e consulenze tecniche: ai cittadini avvertiti dagli stessi lavoratori dei motivi della protesta non è restato altro da fare che portare le pratiche al protocollo generale di via Larga, per la seconda volta durante la settimana visti i blocchi già avvenuti lunedì 10.

 

SCENDE IN CAMPO PISAPIA: LE NUOVE PROMESSE – Verso le ore 10.30 anche il Sindaco Giuliano Pisapia ha incontrato i dipendenti promettendo di occuparsi personalmente delle richieste dei dipendenti.

– In alcuni uffici, infatti, il riscaldamento non è mai partito, costringendo i dipendenti a lavorare con temperature che nella mattinata non raggiungevano i 16 gradi.

– Dopo il blocco spontaneo dello scorso lunedì, ieri molti uffici erano ancora al freddo e nella stragrande maggioranza dei casi cittadini e progettisti in coda hanno compreso le ragioni della protesta. In molti hanno potuto verificare di persona le gelide temperature all’interno dei locali.

 

DAL GELO, ALLE SOSTANZE CANCEROGENE – Nella serata di martedì 11 dicembre 2012, dopo che dirigenti e assessori avevano promesso di intervenire, erano state distribuite solo 6-7 stufette per piano, una misura che non ha coperto nemmeno 1/3 delle stanze gelate.

– I blocchi attuati dai lavoratori non riguardano unicamente il riscaldamento, il cui mancato funzionamento era noto ai dirigenti almeno dalla metà di ottobre, ma anche la mancanza di trasparenza sulla questione nocività.

– Nel palazzo, infatti, sono presenti sostanze cancerogene quali amianto e lane minerali, utilizzate sia nella coibentazione dei tubi che nelle doghe del controsoffitto, tuttavia nessuna comunicazione ufficiale è stata mai fornita, né ai lavoratori, né ai cittadini.

– Nonostante assessori e responsabili Asl parlino di una situazione sotto controllo, diverse testimonianze raccolte dai lavoratori parlano di manutenzione svolta senza delimitare le aree, da lavoratori privi di mascherine e tute previste dal Testo Unico sulla Sicurezza.

– Inoltre, in più di un caso, evidenziato dalle foto allegate al presente articolo, le doghe del controsoffitto sono cadute disperdendo polveri potenzialmente nocive.

 

CI SONO ANCHE I TOPI – Al problema si è poi aggiunta un’ulteriore emergenza sanitaria, dovuta alla presenza di topi nelle stanze.

 

GLI UFFICI DEL SECONDO PIANO RIMARRANNO CHIUSI FINO A LUNEDì 17 DICEMBRE 2012 – Così, tutto compreso, gli uffici del secondo piano del corpo basso dell’edificio di via Pirelli 39, resteranno bloccati fino a lunedì 17 dicembre 2012, quando secondo quanto dichiarato dall’assessore verranno posizionate stufette in tutte le stanze.

– I vertici dell’amministrazione si sono anche detti disponibili a svolgere un’assemblea per spiegare ai lavoratori le criticità dovute ad amianto e sostanze cancerogene, anche se i comunali hanno chiesto di affiancare a esperti del Comune e dell’ASL anche un perito super partes, che possa valutare con la dovuta competenza tecnica i documenti dei quali sono in possesso.

– A tal fine sono partite diverse richieste di parere alle associazioni e ai comitati che in questi anni hanno lottato al fine di porre la questione delle nocività sotto i riflettori dell’opinione pubblica”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e inviate la vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

.

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Amianto a Milano, tutto quello che c’è da sapere: danni alla salute, zone interessate, normativa, recapiti per smaltimento, interrogazioni consiliari

Emergenza uffici comunali Milano via Pirelli, 900 lavoratori tra gelo, topi e quintali di immondizia, foto

Volontariato Milano, Comune assegna oltre 200mila euro al Ciessevi del quale era presidente l’assessore Granelli, ma continua a negare l’esenzione di Area C ai volontari della Croce Rossa

Biglietti gratis San Siro per Pisapia e tutta la giunta arancione, elenco. E io pago, diceva Totò

Spese Comune Milano, a luglio approvati due nuovi collaboratori di fiducia per 104.810 euro, ma “Non ci sono soldi” e le iniziative per gli anziani vengono chiuse in anticipo

Contributi Leoncavallo da Comune Milano, l’assessore alla Sicurezza Granelli: “Valorizzare la positività di questo luogo che in futuro potrebbe anche ricevere contributi per determinati progetti”

Di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here