Truffe anziani Milano, ieri tre casi, le vittime hanno 78, 76 e 83 anni

E’ sconvolgente apprendere che il fenomeno delle truffe agli anziani, a Milano, non solo non si ferma, ma aumenta spaventosamente.

 

I truffatori si spacciano, ormai, per qualsiasi cosa: falsi addetti del gas, poliziotti, carabinieri, medici, vicini di casa, amici di nipoti, ex badanti, dipendenti del Comune, addetti alle pensioni, postini e chi più ne ha più ne metta.

 

Purtroppo ad andarci di mezzo sono sempre gli anziani, persone tra le più fragili dello strato sociale e che, invece di venir difese, sono attaccate e spolpate senza pietà.

 

Ieri, i casi sono stati addirittura tre, uno indipendente dall’altro, e compiuti nell’arco di due ore:

 

VIA SAN DIONIGI: IL FALSO CONOSCENTE DEL FIGLIO

– La vittima è un anziano di 78 anni.

– Verso mezzogiorno il truffatore, spacciandosi per un conoscente del figlio, gli si è presentato alla porta sostenendo di avere una busta da consegnare al figlio dell’uomo.

– Il malvivente ha quindi esortato l’anziano a riporre la lettera  nel luogo in cui di solito conserva gli oggetti di valore.

– Dopodiché, con una scusa il truffatore ha distratto l’anziano a gli ha sottratto 300 euro e un cofanetto contenente gioielli per altri 1.500 euro.

 

VIA TERAMO: IL FALSO MEDICO

– La vittima è un’anziana di 76 anni.

– All’una circa del pomeriggio il truffatore si è presentato alla porta della signora sostenendo di essere il medico dell’ospedale in cui e’ ricoverato il marito.

– Distraendola con diplomazia ed abilità, il malvivente è riuscito a rimanere solo per pochi attimi, mettendo le mani su diversi gioielli e addirittura anche il portafoglio dello stesso marito.

 

VIA MELZI D’ERIL, IL FALSO ASSICURATORE

– La vittima è un’anziana di 83 anni.

– E’ successo alle 14 circa in via Melzi d’Eril, alle spalle dell’Arena civica di Milano.

– La signora ha ricevuto la telefonata di un uomo che, spacciandosi per il suo assicuratore, le ha spiegato che si sarebbe presentato l’indomani per ritirare del danaro.

– Fortunatamente, per una volta, alla telefonata ha assistito anche il figlio dell’anziana e, per non sbagliare, ha chiamato il 113 segnalando l’accaduto.

– La Polizia, quindi, ha confermato che la dinamica è proprio quella di una tipica truffa e, l’inganno, è stato sventato.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sicurezza Zona 4 Milano, incontro tra cittadini e assessore Granelli, la situazione shock del quartiere

Truffe online, l’allerta delle banche per i clienti: “Ecco come non cascarci”

Shopping natalizio online, i pericoli più diffusi e i consigli per acquistare in sicurezza

Anziana rapinata Milano via Jaures zona viale Monza, sbattuta a terra per strapparle gli orecchini d’oro

Truffe anziani Milano, i consigli diAmsa da ricordare e divulgare

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here