Arresto usurai via Padova

L’arresto, in flagranza di reato, è stato eseguito dai Carabinieri della compagnia di Porta Monforte.

Secondo quanto ricostruito i tre fratelli peruviani esercitavano nella zona di via Padova un’attività di prestito a usura molto conosciuta all’interno della comunità latinoamericana, concedendo a connazionali del denaro da restituire a tassi che raggiungevano il 10% di interessi mensile.

La denuncia è scattata da una vittima che ha trovato il coraggio di rivolgersi ai Carabinieri dopo aver contratto un debito di 20mila euro: per chi era in ritardo con i pagamenti, infatti, i tre usurai applicavano metodi persuasivi estremamente violenti, come nel caso di un debitore al quale avevano trapassato una mano con una coltellata, facendo penetrare la lama da parte a parte dell’arto.

L’arresto è avvenuto in flagranza, al termine di una riscossione effettuata dai malviventi; durante la perquisizione domiciliare, i militari hanno trovato anche un registro entro il quale gli usurai annotavano via via debiti e pagamenti.

I fratelli Arroyo dovranno rispondere dell’accusa di usura ed estorsione continuata in concorso tra loro.

Leggi anche:

Arrestati 5 usurai, 30 le vittime e giro d’affari di 500mila euro tra Milano e Varese

Sequestrato e liberato oculista Giovanni Petretto, sequestrato da usurai a Linate

 Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here