Rapina negozio cornici Milano via Marescalchi: 811 al mese, nel 2012, i negozi meneghini rapinati

E’ successo alle 15 circa di ieri, in pieno pomeriggio, in via Marescalchi.

 

Secondo quanto ricostruito, un uomo, col viso adeguatamente coperto, ha fatto irruzione in un negozio di cornici, sfoderando una pistola.

 

Colto alla sprovvista il titolare dell’esercizio, il malvivente lo ha obbligato, sotto la minaccia dell’arma, di andare nel retro-bottega.

 

Una volta nella parte posteriore del negozio, sono intervenuti i 3 complici del rapinatore: la vittima è stata costretta a farli entrare aprendo la saracinesca dell’esercizio.

 

A questo punto, i 4 hanno immobilizzato il negoziante legandolo.

 

Dopodiché si sono messi alla ricerca di “qualcosa” ma, “misteriosamente”, se ne sono andati a mani vuote e, forse, delusi per una rapina a mano armata andata completamente a vuoto.

 

La vittima, intanto, appena riuscita a liberarsi ha immediatamente chiamato il 113.

 

Secondo la Polizia, è probabile che si tratti dell’ennesimo caso di “ladri maldestri”: forse, i rapinatori avevano intenzione di penetrare, attraverso il magazzino del negozio, all’interno della gioielleria proprio di fianco.

 

Poiché è “difficile” che i rapinatori svelino il mistero, sulla questione rimane un grande punto di domanda.

 

Di certo, tuttavia, rimane che la situazione della sicurezza, a Milano, è un problema di massima gravità. Secondo i dati della Questura, infatti, nel 2012 le rapine sul suolo meneghino sono state complessivamente 4.936 (ben 411 al giorno), delle quali 831 (sempre all’anno) avvenute in negozio.

 

Il Comune deve intervenire” dicono in tal proposito i cittadini e, in particolare, di pochi giorni fa l’appello esasperato del presidente dei commercianti di corso Buenos Aires, “Ascobaires”, in una lettera inviata direttamente al sindaco Giuliano Pisapia: “Il problema della scurezza è diventato di proporzioni enormi”.

 

Stessa posizione dal presidente di Ascoleren Unione del Commercio del Lorenteggio, che parla delle rapine e delle vessazioni continue a danno dei residenti e dei commercianti di Zona 6: “Qui 10 negozi hanno già chiuso”.

 

Si attendono, in merito, i commenti del sindaco Pisapia e del suo Assessore alla Sicurezza, Marco Granelli (PD).

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Apertura piazza 25 Aprile Milano, Pisapia tronfio di orgoglio per i trionfi milanesi, vediamo quali

Donne aggredite Milano, è record: tra stupri e rapine 13 casi in 10 giorni, elenco e dettagli

Degrado zona Fulvio Testi – Sarca Milano adiacente a case Aler, residente disperato scrive a CronacaMilano, ecco cosa succede

Furto negozio abbigliamento via Torino Milano, ancora il buco nella parete; l’allarme sicurezza non si ferma

Rom Milano, foto via Cusago e cavalcavia Bacula, continuate a raccontarci come vanno le cose

Spese Comune Milano, a luglio approvati due nuovi collaboratori di fiducia per 104.810 euro, ma “Non ci sono soldi” e le iniziative per gli anziani vengono chiuse in anticipo

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here