Case ai rom – accolto ricorso dal giudice Roberto Bichi

Il giudice Roberto Bichi della prima sezione civile ha accolto il ricorso promosso da dieci Rom del campo nomadi di via Triboniano contro la mancata assegnazione delle 25 case popolari e ha ordinato al sindaco Letizia Moratti, al prefetto Gian Valerio Lombardi e al ministro dell’Interno Roberto Maroni di adempiere agli accordi firmati lo scorso settembre con la Casa della carità, Ceas e Consorzio Farsi Prossimo.

 

Nel ricorso presentato, i legali dei rom hanno elencato tutti i passi compiuti dalle Amministrazioni citate, dalla dichiarazione dello stato di emergenza rom in Lombardia del 21 maggio 2008, fino alla sottoscrizione dei progetti tra il 5 e il 20 settembre scorso da parte dei ricorrenti, “del dottor Francesco Russo per conto del commissario emergenza rom e dall’Amministrazione comunale, in persona del direttore di settore dottoressa Paola Suriano”.

 

I progetti prevedevano l’assegnazione in locazione dei 25 alloggi ancora da ristrutturare ai 3 enti sociali e l’individuazione delle famiglie a cui assegnarli, e sottolineavano, “recano a carico di ciascun ricorrente-firmatario il seguente formale impegno: ‘Rinuncio all’autorizzazione alla permanenza nel campo di via Barzaghi che lascerò entro il giorno 15 ottobre (2010), consapevole che la mancata realizzazione del progetto per responsabilità mia o dei componenti del mio nucleo familiare comporterà comunque la perdita del diritto a risiedere nel campo”.

 

Da qui, tuttavia, il 27 settembre, a una settimana dall’ultima firma dei progetti, in una conferenza stampa convocata in Prefettura è emerso che “i ricorrenti (come gli altri destinatari dei 25 alloggi) non avrebbero potuto acquisire gli alloggi indicati nei rispettivi progetti, bensì altri, che sarebbero stati reperiti facendo leva ‘sul gran cuore di Milano'”.

 

A seguito della nota decisione dei Rom  di ricorrere in Tribunale, oggi i ricorrenti hanno avuto notizia dell’accoglimento delle loro richieste da parte dell’Autorità Giudicante, che ha stabilito di consegnare ai Rom gli alloggi Aler.

 

Leggi anche:

Rom Triboniano citano in giudizio il Sindaco Moratti, il prefetto Lombardi e il ministro Maroni

Case per i Rom, a chi sono affittati gli alloggi della Chiesa di piazzale Frattini

Case Aler ai rom, De Corato conferma la soluzione di trovare strutture alternative rispetto agli alloggi Aler o del Comune

Campo Triboniano chiuso, niente case Aler ai Rom

Sgombero rom via Rubattino, chi è soddisfatto e chi no

 

Di Redazione
 

3 COMMENTI

  1. Italia sempre più giù…..mi piacerebbe sapere a chi di noi che sta leggendo questo artico sarebbe felice e beato di avere vicino queste “belle e pulite personcine”………..che schifo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. E’ una vergogna!!! Sono gli Italiani ad essere discriminati ma, ancora una volta, la magistratura non fa che capovolgere le realtà di fatto.
    Si tolga qualsiasi contributo ad associazioni del tipo la Casa della carità, Ceas e Consorzio Farsi Prossimo (che non conosco ma citate nell’articolo), se sono come tante associazioni che sui rom e gli immigrati clandestini ci mangiano e basta, creando gravi disagi per le persone oneste.
    Sia il giudice Roberto Bichi ad accogliere i rom nel suo dorato condominio o nella sua villa e non li lasci in case che spetterebbero per graduatorie agli italiani bisognosi, in quartieri dove è già duro vivere.
    Sono questi i provvedimenti che fanno solo trasformare un giustificato disappunto verso i rom in razzismo cieco; quando le istituzioni non ti difendono o rappresentano la soluzione è solo radicalizzare ed estremizzare il “disappunto”.

  3. Quello che non si capisce bene e’ come mai il comune ha stipulato il contratto originale in cui si e’ impegnato di dare le case ai ROM una volta che loro avessero lasciato il campo.
    Per quanto io non veda troppo bene come si stanno comportando ultimamente i giudici, non si puo’ che dargli ragione se quello che ha fatto e’ semplicemente fare rispettare la legge facendo valere il contratto firmato.tiodozed 747

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here