Rapina Cinisello durante cena di Natale via Matteotti 70 – ancora molti gli aspetti da chiarire

E’ successo durante la sera del 25 Dicembre, al momento del classico cenone, in un appartamento in via Matteotti 70, a Cinisello Balsamo (Mi).

 

Qui 5 amici, 2 uomini e 3 donne, stavano festeggiando il Natale.

 

Secondo quanto riferito dalle stesse vittime alla Polizia, improvvisamente, approfittando della momentanea uscita del padrone di casa (C. B., 64 anni, nato a Monza), 3 malviventi presumibilmente originari dell’est Europa sono riusciti ad introdursi nell’appartamento, sfoderando alcune pistole ed alcuni punteruoli.

 

I rapinatori hanno quindi depredato i presenti del denaro che avevano addosso, svaligiando anche la cassaforte dell’abitazione, dove erano custoditi non solo contanti (circa 7mila euro), ma soprattutto svariati gioielli e preziosi (il totale del bottino sembrerebbe aggirarsi sugli 80mila euro).

 

Le vittime non hanno comunque opposto alcuna resistenza, tenuti letteralmente in scacco con la minaccia delle armi.

 

Una volta dileguatisi i ladri, una delle vittime avrebbe immediatamente avvertito il padrone di casa di quanto successo, chiamandolo al cellulare; sarebbe stato quindi quest’ultimo a chiamare subito la Polizia.

 

Sulla vicenda sono attualmente in corso le indagini, anche se dalle prime ricostruzioni sembrerebbero emergere alcune incongruenza legate alla dinamica dell’accaduto; ad esempio, parrebbe infatti che i malviventi fossero a conoscenza della presenza di un’ingente quantità di danaro e preziosi custoditi proprio in quella abitazione, e precisamente all’interno della cassaforte, presso la quale si sarebbero diretti senza esitazioni.

 

Inoltre, le indagini si stanno concentrando anche sul fatto che nella medesima cassaforte erano custodite anche 3 pistole, un revolver, una Beretta e una Browning, anche queste sottratte dai ladri: tali armi risulterebbero regolarmente detenute dal proprietario della casa, anche se sono ancora in corso le verifiche.

La preoccupazione principale a questo punto, comunicano gli agenti, è il pericolo che i rapinatori possano utilizzare le armi rubate per compiere nuovi colpi.

 

Leggi anche:

Arresto rapinatori Cinisello Balsamo, sei rapine tra giugno e agosto e forse altre 11 colpi

Arrestato a Niguarda rapinatore banca Credem di via Mac Mahon, lo scorso 4 ottobre aveva rapinato 40mila euro armato di taglierino

Arresto rapinatore viale Sturzo, la vittima lo ha riconosciuto in foto dopo essere stata aggredita

Arrestato rapinatore di bancomat Paullo, i Carabinieri hanno inseguito l’intera banda

Arrestati due marocchini zona Mulino delle Armi, armati di cacciavite hanno fatto 3 rapine in 2 ore

Rapina in banca Ubi via Astesani, il bilancio di ieri arriva a due rapine in banca in un’ora


Di Redazione

 

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here