Cinesi Milano contro Pisapia: “Non difendiamo chi non rispetta le regole, ma chi vuole lavorare”

Alle proteste contro i provvedimenti (o mancati provvedimenti) del sindaco Giuliano Pisapia, si sono aggiunti anche i cinesi.

 

E’ stato, infatti, presentato il ricorso al Tar della Lombardia da parte della la comunità cinese di Milano, contro il provvedimento del Comune che vuole istituire entro marzo 2013 una Ztl (zona a traffico limitato) nel distretto commerciale urbano di via Paolo Sarpi e dintorni.

 

Promotore dell’iniziativa è Francesco Wu, presidente di Uniic (Unione nazionale imprenditori italiani e cinesi), e portavoce dei 150 commercianti cinesi del Duc Sarpi.

 

Wu ha spiegato che quella iniziata è “una battaglia di civiltà”, in nome del diritto al lavoro che dovrebbe essere “garantito a tutti i cittadini”, e non ostacolato.

 

Il provvedimento di Pisapia, infatti, secondo Wu costringerebbe alla chiusura i negozi all’ingrosso delle zone 1 ed 8 di Milano.

 

Non usa mezzi termini, quindi, il cittadino, affermando che “le misure previste dal Comune provocherebbero una rottura dei rapporti tra l’Amministrazione e la comunità cinese, cosa che noi sinoitaliani non vogliamo, proprio perché ci sentiamo tanto cinesi quanto italiani. Non difendiamo chi non rispetta le regole, ma chi vuole lavorare“.

 

Di seguito una selezione delle principali proteste mosse dai milanesi contro Pisapia:

Sicurezza a Milano, il console Usa: “Milano è insicura”, Pisapia “Sono stupito”. Di seguito i dati della Questura

Precari Comune di Milano, proteste per le promesse elettorali non mantenute dalla giunta, dettagli

Protesta precari del Comune di Milano, la giunta Pisapia ha bloccato le assunzioni, chiedono giustizia

Protesta addette mense scolastiche comunali Milano, contratto svantaggioso per nuove assunte, “Pisapia mantenga le promesse!”

Via Ferrante Aporti Milano, dopo altri 6 mesi di promesse del Comune, il degrado continua, foto e interviste

Via Gassman Milano Quartiere Adriano, tante promesse elettorali ma i disabili sono ancora bloccati tra aiuole e cemento: foto e intervista di CronacaMilano

Area C Milano, le promesse fatte e non mantenute dal Comune su Area C

Rom Milano via Inganni, Lorenteggio, Gonin, Giambellino e piazza Tirana, lettore disperato descrive furti, rapine, minacce e aggressioni continue anche ai ragazzini

Sicurezza Corso Buenos Aires Milano: “Il problema è diventato intollerabile”, nuova lettera dei commercianti a Pisapia

Foto degrado viale Molise 47, un lettore: “Paghiamo affitto e tasse, abbiamo diritto ad un ambiente sano. Perché Pisapia non viene a farsi un giro qui?”

– Anziana rapinata della catenina Milano via Balzac, 80enne atterrata da un rom, un lettore: “Da milanese mi chiedo: Pisapia dove sei?”

– Rom via Cusago, la segnalazione di un lettore: Non interviene nessuno e i furti in zona si sono impennati

– Droga, degrado e molestie Milano giardini piazza IV Novembre, la segnalazione di un lettore che chiede: Sindaco, dove sei?

– Rom abusivi piazzale Cuoco Milano e parco Alessandrini Zona 4, la protesta di una residente: “Ho scritto a Pisapia, basta parole, vogliamo i fatti!”. Foto

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here