Tentato furto Rolex Milano via Giovanni da Procida, vittima scrive a CronacaMilano e racconta la dinamica dell’aggressione

A Milano, città che si prepara ad accogliere l’Expo Mondiale, il furto non dorme mai. E non è un caso se, nel 2012, i furti messi a segno sono stati 172.000 (dato della Questura di Milano, ndr). Tra questi, rientrano anche i cosiddetti “furti da strappo”, vale a dire quei reati predatori che avvengono tipicamente per strada e consistono, generalmente, nello strappare la catenina d’oro (di solito alle vecchiette) o, come per il presente caso, l’orologio. La vittima che ha scritto alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), è infatti un avvocato che, col solito trucco dello specchietto, è stato “agganciato” in via Giovanni da Procida. La dinamica del tentato furto ce l’ha raccontata il cittadino stesso:

 

L’URTO DELLO SPECCHIETTO – “Ieri sera  esordisce il nostro lettore, – verso le 18 (mercoledì 20 gennaio 2013, ndr), mentre ero in colonna in via Giovanni da Procida, uno scooter ha urtato lo specchietto destro della mia auto.

– “Non sono sceso – aggiunge – forse perché involontariamente pensavo alle intenzioni del conducente.

 

LA NOVITA’: CI SONO ANCHE GLI INSULTI – “Egli ha però iniziato ad insultarmi – osserva il cittadino, – ed a quel punto ho aperto la porta per prendere il suo numero di targa.

 

LO SCATTO DEL COMPLICE – “E’ subito sbucato da dietro il complice – spiega la vittima, –prendendomi il polso per sfilarmi il Daytona che indossavo.

 

LA COLLUTTAZIONE E LA FUGA – “Ho reagito violentemente – prosegue l’avvocato, – e dopo una breve colluttazione ho accelerato e il malvivente ha dovuto desistere. Questa volta è andata bene.

 

IN COMMISSARIATO, LA FILA DI CITTADINI PRESENTI PER SPORGERE DENUNCIA: “MILANO NON E’ PIU’ SICURA” –  “Ovviamente nessuno dei presenti è intervenuto, li capisco – osserva ancora il cittadino.

– “Ha ragione il console Usa – conclude il nostro lettore, – Milano non è più sicura. Oggi in commissariato c’era la fila per le denunce”

 

L’ELENCO DEI REATI COMPIUTI A MILANO NEL 2012 – Di seguito i dati della Questura rispetto ai reati compiuti l’anno scorso nella nostra città:

– stupri, nei primi 4 mesi del 2012 aumentati rispetto all’anno precedente del 45,7%.

– rapine, 4.936 (411 al mese, 14 al giorno).

– furti con strappo, 1.971 (164 al mese e 5 al giorno)

– furti in negozio 25.517 (2126 colpi al mese e 70 al giorno).

– rapine in pubblica via, 2.621 (218 rapine al mese e 7 al giorno).

– furti in auto in sosta, 28.165 (2347 al mese e 78 al giorno)

– furti con destrezza, 25.517 (2.126 al mese e 70 al giorno)

– raddoppio della presenza dei rom,  con l’istituzione di un tavolo permanente da parte della Prefettura 

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Foto degrado viale Molise 47, un lettore: “Paghiamo affitto e tasse, abbiamo diritto ad un ambiente sano. Perché Pisapia non viene a farsi un giro qui?”

Rapina supermercato Lidl Milano via Saccardo, elenco reati degli ultimi giorni nella città dell’Expo 2015

Anziana scippata via Novara Milano, stava caricando la spesa nel parcheggio di un supermercato

Anziana rapinata via Scialoia Milano, ha battuto violentemente la testa

 

Di Redazione 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here