Rapina gioielleria via Monte di Pietà Milano, dopo 10 giorni dal caso via dell’Orso, nuovo colpo a pochi metri di distanza. E’ questo il deterrente che percepiscono i malviventi milanesi?

Giovedì 22 marzo 2013 è stato ucciso nel suo negozio in via dell’Orso, all’una del pomeriggio, lo storico gioielliere milanese Giovanni Veronesi. Solo 8 giorni dopo, a pochi metri di distanza, una nuova rapina, questa volta in via Monte di Pietà (prosecuzione di via dell’Orso), ad opera di un malvivente italiano.

 

Calato il sipario sullo sfortunato caso di Veronesi, sul quale si sono scatenati i media, “magicamente” sembrano essersi spente anche le luci su quanto continua ad accadere a Milano, vale a dire la città dove, secondo i dati della Questura, nel 2012 i reati si sono verificati raggiungendo le seguenti cifre record: 

– stupri, nei primi 4 mesi del 2012 aumentati rispetto all’anno precedente del 45,7%.

– furti con strappo (aumentati del 15%), 1.971 (164 al mese e 5 al giorno)

– furti in negozio (aumentate del 23%), 11.532 (961 al mese e 32 al giorno)

– furti in abitazione (aumentati del 40%), 21.591 (1800 furti al mese e 60 al giorno).

– rapine, 4.936 (411 al mese, 14 al giorno)

– rapine  per strada, 2621 (218 al mese, 7 al giorno)

– furti con destrezza, 25.517 (2.126 episodi al mese e 70 al giorno)

– rapine in pubblica via, 2.621 (218 rapine al mese e 7 al giorno).

– furti in auto in sosta, 28.165 (2347 al mese e 78 al giorno)

– raddoppio della presenza dei rom,  con l’istituzione di un tavolo permanente da parte della Prefettura 

 

Nonostante ciò, mentre Palazzo Marino continua a definire tranquilla e sicura la vita tra le strade meneghine, anche i giornali preferiscono concentrarsi su altro, “dimenticandosi” le decine di rapine, aggressioni, scippi e borseggi che accadono ogni giorno dalla periferia, fino ai piedi della Madonnina.

 

Ultimo episodio della serie, proprio la rapina a pochi metri da via dell’Orso, in piena mattina, ancora ai danni di una gioielleria.

 

In base a quanto spiegato, il malvivente è entrato nell’esercizio con la scusa di voler comprare due costosi Rolex Daytona e, una volta che la commessa ha preso i preziosi orologi per mostrarglieli, il rapinatore ha estratto una pistola.

 

Sotto la minaccia dell’arma (poi rivelatasi un giocattolo), la commessa non ha potuto fare altro che consegnare il bottino.

 

Per il ladro, però, le cose non sono comunque filate lisce e, per sua sfortuna, è rimasto bloccato all’interno della porta a bussola antiproiettile.

 

Sopraggiunta una Volante tempestivamente chiamata dalla vittima, il ladro è stato quindi arrestato.

 

Alla luce di ciò, mentre per il malvivente sono scattate le manette, tanta la paura provata dalla commessa, che rientra tra i tanti negozianti della zona terrorizzati dalle continue rapine compiute ormai ad ogni ora del giorno e della notte.

 

In questo senso fa infatti riflettere che, proprio a pochi giorni dall’episodio di Veronesi, un malvivente abbia scelto di compiere un’altra rapina, in pieno giorno, nella stessa zona, ancora ai danni di una nota gioielleria.

 

Il dato, quindi, non fa altro che confermare la bassissima percezione della sicurezza che si respira a Milano e che, se rende profondamente insicuri cittadini e negozianti, dall’altra parte non è in grado di costituire un deterrente per i malviventi che, facendosi ad esempio un baffo dei Vigili di quartiere e sfruttando il ritiro di 350 uomini impiegati nei pattugliamenti misti, giungono ad un’unica soluzione: approfittarne.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Ritirati militari Milano, alla vigilia dell’agosto la città perde 350 uomini preordinati alla sua sicurezza

Sicurezza Milano, richiesta eliminazione dei pattugliamenti misti, del Nucleo controllo sui mezzi pubblici e risposte ai centri sociali, ecco cosa succederà a Milano e cosa è stato garantito

Rissa via Sammartini Milano, Carabinieri feriti: “Ora gli atteggiamenti di sfida nei nostri confronti sono all’ordine del giorno”

Gioielliere ucciso rapina Milano via dell’Orso, in 6 mesi 9 conflitti a fuoco per strada e un’escalation di rapine sempre più sanguinarie

Rapina negozio sigarette elettroniche Milano via Bassini, coltello alla gola all’una del pomeriggio

Furti Università Statale Milano, rotto il muro del silenzio, le proteste degli studenti

Donne rapinate Milano, altri quattro casi nelle ultime 24 ore in via Ravenna, via Bocconi, via Plinio e via Sarpi; spaventosa la brutalità

Borseggiatrice via Montenapoleone Milano, in attesa di Expo il centro città precipita nel crimine

Rapina parafarmacia viale Marche Milano, nell’immobilismo del Comune, i negozianti non sanno più a chi chiedere aiuto

Rapina via Castelvecchio Milano, nordafricani strappano gioielli a una donna alle 2 del pomeriggio; solo un’ora dopo la seconda vittima, in centro, assalita da 3 uomini sempre nordafricani

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here