Omicidi piccone Milano, morto anche il terzo ferito, era Ermanno Masini e aveva 64 anni

Una tragedia che sembra non avere fine, un dolore che stringe tutta la città di Milano, ancora incredula per ciò che è successo lo scorso sabato, e continua a ripercuotersi con conseguenze ineluttabili.

 

Dopo il rapus di follia durante il quale, sabato 11 maggio 2013, il 31enne ghanese Mada Kabobo ha aggredito con un tubo due persone, proseguendo poi ad accanirsi contro altre tre con un piccone, aumenta il tragico bilancio delle vittime, salite a tre questa mattina.

 

Il primo a spirare sul colpo era stato Alessandro Carolé, 40 anni, colpito dall’uomo sabato mattina, davanti ad un bar.

 

Di ieri alle 10,50 la morte di Daniele Carella, 21 anni, deceduto al Niguarda nonostante i medici avessero tentato l’impossibile per salvarlo.

 

Il terzo decesso stamattina, alle 7,43: si tratta di Ermanno Masini, 64 anni, pensionato di origine modenese ricoverato subito al Policlinico.

 

Purtroppo, le sue condizioni si sono mostrate immediatamente gravissime. Purtroppo, neanche lui ce l’ha fatta.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sicurezza a Milano, il console Usa: “Milano è insicura”, Pisapia “Sono stupito”. Di seguito i dati della Questura

Rapina con machete via Varanini Milano, marocchino aggredisce coppia di albanesi presso fermata autobus zona viale Monza

Ragazzo aggredito via Torino Milano con accetta, aspettava alla fermata con un amico

Aggressione con accetta viale Bodio Milano, peruviano colpito al collo

Ragazza aggredita Milano via Neri, presa a pugni in faccia e ferita con un coltello alle 3 del pomeriggio

Di Redazione

5 COMMENTI

  1. LA RIFLESSIONE:
    Pisapia invita i cittadini alla riflessione.

    Bene dico io, rifletto e..riflettendo, giungo a questo:

    Se era un Italiano che uccideva il negro, c sarebbero stati:
    saccheggi, auto e cassonetti incendiati, manifestazioni, ribellioni varie e uant’altro
    ( è già accaduto in passato )

    Ma tanto…………sono solamente degli italiani,
    E’ TOCCATO A LORO che erano nel posto sbagliao al momento sbagliato

    HAI ANCORA VOGLIA DI ?
    parlare di integrazione ?
    dello jus soli ?
    e tutte le infinite agevolazioni ?

  2. FACCIAMO FINTA CHE:
    a colpire era un bianco, di Milano, e a morire erano i “negri”.

    COSA SUCCEDEVA ??????????

    VE LO DICO IO !
    il comune si costituiva parte civile !
    veicoli incendiati e cassonetti dell’immondizia pure !
    manifestazioni “pro” negri e/o islam dilagante, roylshik sckifezz !

    MA ….TANTO………
    sono solo 3 poveri pirla milanesi…………sono cazzi suoi
    il “povero negro, si è solo sfogato !!!!!

    la prossima volta i milanesi, non vanno in giro a lavorare
    perchè in una città dove deve reganare il FANCAZZISMO
    così deve essere:

    la precedenza, ai balordi e così sia !!!!!!

  3. CHE COSA SUCCEDEVA ???????
    Se a colpire era un bianco e a morire era un negro ?????????

    VE LO DICO IO !!!!!
    manifestazione immediata dei centri sociali e degli extracomunitari ( tutti )
    cassonetti bruciati
    il comune di Milano si costituiva parte civile
    auto ribaltate, danneggiate o bruciate
    vetrine dei negozi infrante
    coprifuoco per la balorderia stradale che si verificava

    ( NEGATELO SE NE AVETE IL CORAGGIO !!!!! )

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here