Falsi ciechi scoperti da Guardia di Finanza Sesto San Giovanni, hanno preso 600 mila euro in 10 anni

L’operazione è stata condotta dalle Fiamme Gialle di Sesto San Giovanni; è stata ribattezzata “Never blind” e si è concentrata sull’incrocio dei dati contenuti nelle banche dati e, susseguentemente, su una serie di appostamenti e pedinamenti, condotti anche mediante l’utilizzo di videoriprese, usate per verificare l’effettivo status di disabilità visiva di 5 persone. Tali soggetti, seducenti “ciechi assoluti”, di fatto percepivano indebitamente trattamenti pensionistici per invalidità civile per cecità.

 

 

I FALSI CIECHI – Da più di 10 anni le persone monitorate, residenti nell’hinterland milanese, percepivano la pensione di invalidità per disabilità visiva.

– Tuttavia, gli accertamenti della Gdf hanno permesso di evidenziare che, nella vita quotidiana, girovagavano per le vie della città raggiungendo punti di ristoro, centri commerciali e mercati rionali, utilizzando mezzi pubblici, con disinvoltura ed in completa autonomia.

 

LE CARTELLE CLINICHE FALSE – Tutto ciò in contrapposizione alle diagnosi riportate nelle cartelle cliniche redatte dalle commissioni Asl preposte alla verifica di handicap visivi, dalle quali si rilevava la necessità di continua assistenza nei loro confronti.

 

LE ATTIVITA’ CHE SVOLGEVANO I “NON VEDENTI”: LA SPESA AL MERCATO… – Proprio in ragione di questa esigenza, due “ciechi assoluti” si accompagnavano vicendevolmente negli impegni di vita quotidiana.

– Secondo quanto spiegato dalla Finanza: “La stranezza si è manifesta quando, recandosi presso enti, utilizzavano i segni caratteristici delle persone non vedenti (bastone ed occhiali). In realtà, poi, durante la spesa al mercato, sceglievano accuratamente i prodotti, valutandone attentamente le caratteristiche senza l’ausilio di nessuno”.

 

…LA CURA DI UN BAMBINO DA CONROLLARE “A VISTA”… – A un’altra persona “erano state affidate le cure di un minore dell’età di 4 anni che – hanno spiegato ancora i Finanzieri, – mentre giocava all’aria aperta davanti al portone di casa, era guardato a vista e richiamato puntualmente”.

 

…L’IMMANCABILE GUIDA DELL’AUTO – In base a quanto emerso, inoltre, non poteva mancare anche il caso più “classico”: uno dei presunti “non vedenti al 100%”, infatti, non solo era munito di patente, ma è stato anche fermato di notte per un controllo, mentre si trovava alla guida del suo veicolo.

 

INFINE, LA LETTURA E LA FIRMA DEI DOCUMENTI, IL TUTTO IN UN BATTER “D’OCCHIO” – I Finanzieri, ad ulteriore prova della falsa cecità, hanno redatto e fatto firmare alle persone in questione diversi atti, afferenti a controlli fiscali o convocazioni presso il reparto,  che i soggetti hanno letto e sottoscritto senza mostrare alcuna difficoltà.

 

SCOPERTA L’INDAGINE, IL TENTATIVO IN EXREMIS DEI MALVIVENTI, MA INUTILE – Una volta scoperta l’indagine, i “falsi ciechi” hanno tenuto comportamenti in linea con la disabilità visiva, in contrapposizione con quanto già acclarato e filmato dai finanzieri.

 

L’INGUSTO PROFITTO DI 600MILA EURO, RICEVUTI IN 10 ANNI – Le indagini hanno permesso di accertare che i “falsi ciechi” hanno percepito, negli anni, un ingiusto profitto economico pari a quasi 600mila euro.

– “I responsabili – hanno concluso i Finanzieri, –  sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria con l’accusa di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here