Degrado e musica fino a notte fonda bar via Casati – corso Buenos Aires Milano, le proteste dei residenti disperati

Di seguito la segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) da una residente della zona corso Buenos Aires. La cittadina parla di un locale tra via Casati e via Tadino, nella zona tra corso Buenos Aires e corso Venezia. Il locale in questione, ha spiegato la lettrice, è stato già chiuso due volte dalla Questura ma, ora, ha cambiato di gestione (sempre comunque eritrea). Una volta riaperto pochi giorni fa, la residente spiega come sia ripresa la musica a tutto volume fino alle 3 del mattino, nonché un grave giro di degrado, che attira spaccio e prostituzione. “In tutti questi anni abbiamo raccolto una risma di carta di esposti, firme, reclami, abbiamo fatto segnalazioni, telefonate, mail a tutte le istituzioni e forze dell’ordine – spiega esasperata la residente. – Da parte del Comune, Sindaco, Assessore alla sicurezza neanche una risposta e abbiamo scritto e riscritto loro parecchie volte, ma niente. Occorre essere Rom e malviventi perché il sig. sindaco e l’assessore si degnino di dire qualcosa”. Di seguito la segnalazione:

 

IL BAR, LA MUSICA FINO ALLE 3 DEL MATTINO E IL DEGRADO, TRA SPACCIO E PROSTITUZIONE – “Spett.le Redazione – esordisce la residente, – mi chiamo G.F. e Vi scrivo in merito al bar sito tra via Felice Casati angolo Alessandro Tadino a Milano, in zona Porta Venezia.

– “Dopo che questo bar è stato chiuso per due volte dalla Questura e poi ha riaperto – prosegue, – i gestori sono cambiati e da venerdì 18/05/13 i nuovi gestori, sempre eritrei, hanno ripreso a mettere la musica ad alto volume fino alle 3.00 del mattino, così sono ritornati spacciatori e prostitute.

 

I DOCUMENTI SPARITI: TUTTO SEMBRA A POSTO – “Tutto è tornato come otto anni fa, quando il bar ha aperto – spiega la residente. – Inoltre vorrei far presente che abbiamo più volte chiamato i Vigili per chiedere un intervento, ma da otto anni non ci sono né verbali e né alcuna traccia di intervento dei vigili, insomma per loro il bar è in regola su tutto, eppure la Questura li ha chiusi per ben due volte di cui l’ultima per 30 giorni. Non lo trovate strano?

 

LE RICHIESTE DI INTERVENTO ALLA POLIZIA LOCALE: NULLE – Il numero 020208 (numero della Polizia locale di Milano, ndr), che è a pagamento, prende solo nota del reclamo – sottolinea la cittadina, – ma poi non succede praticamente niente. Non accade che il giorno successivo una volante dei vigili vada a controllare e a dire a questa gente che non sono i padroni e che devono rispettare le regole.

 

LA TELEFONATA AL 113: “CHIAMATE I VIGILI” – “Abbiamo telefonato anche al 113 – osserva ancora la nostra lettrice, – che ci ha risposto di chiamare ai vigili. Quindi non tocca mai a nessuno controllare e chi ci deve difendere non ci difende.

 

GLI ESPOSTI, LE FIRME, I RECLAMI: SEMPRE TUTTO NULLO – “In tutti questi anni abbiamo raccolto una risma di carta di esposti, firme, reclami – prosegue esasperata la lettrice, – il tutto buono solo da usare in bagno, abbiamo fatto segnalazioni, telefonate, mail a tutte le istituzioni e forze dell’ordine.

 

LE TANTE LETTERE SCRITTE AL SINDACO PISAPIA E ALL’ASSESSORE ALLA SICUREZZA GRANELLI: NESSUNA RISPOSTA, E TUTTO ANCORA NULLO – “Da parte del Comune, Sindaco, Assessore alla sicurezza, neanche una risposta e abbiamo scritto e riscritto loro parecchie volte, ma niente – esclama la cittadina.

– “Occorre essere Rom e malviventi aggiunge – perché il sig. sindaco e l’assessore si degnino di dire qualcosa!

 

“PRIMA O POI CI DIFENDEREMO DA SOLI” – “Noi continuiamo a scrivere e a segnalare – assicura la cittadina, disperata, –  ma verrà il giorno in cui non scriveremo più a nessuno e non chiameremo nessuno, usciamo di casa e ci difendiamo da soli, visto che ormai funziona così.

 

“QUALCHE MESE FA ANCHE UN ACCOLTELLAMENTO DAVANTI UN PORTONE: QUESTA E’ LA MILANO ‘GENTILE’ DI PISAPIA” – “Qualche mese fa al bar in questione è scoppiata una rissa con accoltellamento, avvenuto in strada – spiega ancora la cittadina, – davanti al portone del condominio si sono accoltellati tra di loro, ma se per caso si passava in quel momento, magari per tornare a casa propria, ci andavamo di mezzo!

– “Questo è quanto avviene nella Milano gentile di Pisapia – conclude la nostra lettirce – davvero complimenti! Saluti e buon lavoro”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rapina via della Spiga Milano, il bilancio: 4 molotov, due feriti e 9 vetrine distrutte. Tuttavia, “l’allarme sicurezza non c’è”

Proteste residenti via Tolstoj – piazza Berlinguer Milano: “Ogni weekend musica dalla discotecavicina fino alle 3 del mattino, abbiamo fatto esposti alla Polizia locale, ho scritto a Pisapia e a tutti i consiglieri, ma nessuno fa nulla”

Degrado via Valtellina per discoteche Alcatraz e De Sade, protesta di un residente che illustra tutti i problemi causati dai frequentatori dei due locali agli abitanti della zona: si richiede un intervento per rendere possibile la convivenza, poiché i residenti non ne possono più

Protesta residenti corso Sempione: vogliamo dormire, il Comune deve provvedere

Parcheggio selvaggio piazza Belfanti Milano, residente disperato invia foto per ottenere l’intervento dei Vigili

Parcheggio selvaggio via Varesina Milano, una lettrice: “Ma a cosa servono i vigili?”

Degrado via Valtellina Milano: servizio di CronacaMilano sulle proteste dei residenti di Zona 10

Degrado via Valtellina Milano e sosta selvaggia, “Dopo 16 mesi la situazione è addirittura peggiorata”

Di Redazione

 

8 COMMENTI

  1. LA PIU’ BELLA RISMA DI CARTA
    l’hanno fatta i milanesi, quando votarono il…”vento che cambiava”

    Adesso, la carta serve per pulirsi il …..( lassaperd ).

    Mi raccomando !!!
    Alle prossime elezioni ( anni a venire ancora ) RI- VOTATELO UN ALTRA VOLTA !!!!!

    Ma forse, anzi molto probabilmente, il diritto di voto verrà esteso anche ai rom e balordi vari.

    Quindi, matematica alla mano, dopo prossime elezioni, il colore sarà ancora….
    di un bell’ARANCIONE.

    Cari milanesi, l’avete fatta grossa, la pagate e la pagherete, la pagheranno pure i Vostri figli
    C’ERA UNA VOLTA MILANO ……….MILANO E’ PERSA !!!!!!

  2. LA COLPA
    non è del sindaco, nemmeno della movida

    LA COLPA
    è dell’infelice contratto che i milanesi hanno sottoscritto
    per fare cambiare il vento, da bufera a tempesta o da sogno ad incubo.

    chi è vittima del suo male pianga sè stesso.

    BUON DIVERTIMENTO E BUONA PARTECIPAZIONE ALLA BALDORIA QUOTIDIANA

  3. Eh basta con sto Pisapia, avete annoiato su sto “giornale”. Mi dispiace ma non vi seguirò più, a me servono news non spalate di … sempre e solo su di lui. Abbiamo capito che siete di destra sputata ma fare giornale è altro.

  4. Tu che difendi tanto il sindaco Pisapia vieni ad abitare in zona valtellina vicino le 2discoteche cosi’ capirai cosa significa non dormire tutti i weekend………

  5. Francesca… Le discoteche mi sembra che non ci siano da due/tre anni a questa parte… Mio zio lavora in una delle due discoteche che decanti tanto e lo fa da anni e anni e ha sempre lamentato disordini sociali e musica alta…

  6. Mi imbatto nel vostro sito di tanto in tanto cercando notizie sulla mia amata Milano (ora vivo in Germania) ma mi tocca condividere il pensiero del lettore Marcello che lamenta la vostra faziosità verso destra talvolta fastidiosa. Ho una certa età, perciò sono al corrente da un pezzo di come sia quasi impossibile fare giornalismo super partes. Ma voi eccedete troppo spesso. Ogni scusa è buona per dare addosso a Pisapia, che siano cose di sua competenza o meno. Mi spiace, ma questo non è giornalismo, è propaganda. Siate onesti, un bel logo della Lega (o Pdl) a fianco del logo di Cronacamilano e via il dente via il dolore.

    • DerKatz48 a Lei, come a tutti, rinnoviamo in nostro invito: scriva e noi pubblicheremo. Se avete delle notizie che possano mettere in risalto le buone azioni del Comune, o altri enti, lo scriva. Noi siamo qui. Le ricordo inoltre che non avrebbe senso attaccare un logo di Lega o PDL al nostro giornale: potete, voi paladini della libera informazione, fare qualsiasi ricerca e non troverete nessun euro pubblico nelle nostre casse, nessun aiuto, di nessun tipo, dai partiti da Lei citati, né del resto da nessun altro. Noi siamo qui con il nostro giornale, con i nostri nomi e cognomi a dire quello che succede. In redazione ci sono troppe critiche verso l’attuale giunta? Fate voi in modo di compensare tali critiche con articoli che smentiscano i redattori. Fino a prova contraria voi siete lì a commentare, mentre noi siamo per strada, dalla mattina alla sera, a valutare la situazione reale, principalmente dando voce ai tanti cittadini che, pur rivolgendosi alle forze dell’ordine e al Comune, non riescono ad ottenere la difesa dei propri diritti fondamentali, come ad esempio sicurezza e riposo notturno. Come si usa dire a Milano: si fa presto a dire pirla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here