Conclusione indagini preliminari Gdf Milano operazione Farmacopea, oltre 12 milioni di euro e 23 indagati

L’operazione è stata svolta dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano.

 

LE INDAGINI – I Finanzieri hanno notificato, nella mattina di ieri, un avviso di conclusione delle indagini preliminari, a firma dei sostituti procuratori dott. Luigi Orsi e dott. Gaetano Ruta, nei confronti di ventitré indagati, accusati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta.

– Protagonista delle indagini, condotte dal Nucleo di Polizia Tributaria di Milano, è una società operante nel settore della commercializzazione di prodotti farmaceutici.

 

IL MODUS OPERANDI – In base a quanto emerso, “Dopo aver incrementato la propria forza lavoro per effetto di alcune cessioni di rami d’azienda da parte di multinazionali del farmaco – hanno spiegato le Fiamme Gialle, – e dopo aver ricevuto a titolo di avviamento negativo somme superiori a cento milioni di euro, ha omesso di versare nel fondo chiuso di categoria dei dipendenti ‘Informatori Scientifici del Farmaco’ le relative quote di TFR e le ritenute operate a titolo di sostituto di imposta per importi superiori a 12 milioni di euro.

– “La società – ha aggiunto la Gdf, – ha inoltre acquistato partecipazioni in società collegate per diverse decine di milioni di euro e pagato consulenze di dubbia natura ed effettività, chiudendo i vari esercizi sempre in perdita.

– “E’ stato anche accertato – hanno sottolineato ancora i militari – che nell’imminenza del fallimento sono stati distratti alcuni assets (marchi e beni) a danno della fallita e in favore di una società riconducibile sempre agli stessi indagati”.

 

I DESTINATARI DEL PROVVEDIMENTO E LE ACCUSE –  Tra i destinatari del provvedimento figurano anche i componenti dei consigli di amministrazione di alcune multinazionali del farmaco, ai quali è stato contestato di aver concorso nel fallimento, deliberando la cessione di rami d’azienda in favore di una società priva dell’adeguata autonomia patrimoniale, delle capacità organizzative e della strategia di mercato idonea ad impiegare produttivamente la forza lavoro ceduta.

– Analoghe responsabilità sono state addebitate ai componenti del collegio sindacale della fallita, i quali, omettendo di esercitare i propri doveri di vigilanza, secondo i Finanzieri “non impedivano la realizzazione di condotte dissipative”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Arresto avvocato di Seregno per bancarotta fraudolenta, è anche accusato di aver falsificato atti e simulato cause per ottenere più danaro dai clienti

Arresti Guardia di Finanza Milano, operazione nata da estorsioni dentro Ortomercato

Operazione Dia Milano, arresti per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here