Tentati suicidi metro Milano stazione Bande Nere e all’ospedale di via Pace, due casi ravvicinati ieri pomeriggio

Due episodi totalmente slegati uno dall’altro, ma accaduti a poca distanza tra loro: due tentativi di suicidio, dettati dalla disperazione.

 

Il primo caso è accaduto presso il Centro malattie trasmissione sessuale dell’ospedale dermatologico di via Pace.

 

Protagonista un uomo di 35 anni che, a dopo aver fatto un test sulla trasmissione delle malattie sessuali, convinto del risultato positivo ha afferrato un coltello.

 

In preda alla disperazione si è colpito da solo al petto ma, fortunatamente, ha riportato solo una ferita superficiale.

 

Mentre è stato trasportato al Policlinico è arrivato anche l’esito dell’esame: negativo.

 

Sul posto 118 e Carabinieri.

 

Il secondo episodio poco dopo, alle 17,45 presso la fermata del metrò in linea 1, Bande Nere.

 

Secondo quanto ricostruito, per motivi ancora da accertare, una persona ha tentato di togliersi la vita.

 

La linea è rimasta quindi bloccata nella tratta Pagano-Bisceglie, dove Atm ha predisposto un servizio bus sostitutivo con 20 mezzi.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here