Rom viale Corsica via Mezzofanti Milano, una lettrice: “Siamo preoccupati per i nostri bambini, l’area è un viavai di nomadi che si stanno allestendo un nuovo campo abusivo”

Furto-CantiereDi seguito l’ennesima segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), sul problema dei rom nel quartiere di viale Corsica. Nonostante gli incontri durante i quali l’assessore alla Sicurezza di Milano, Marco Granelli, ha appreso più volte, per voce diretta dei residenti, quanto gli episodi di criminalità siano diventati di massima gravità, gli interventi risolutivi non solo non sono arrivati, ma è stato istituito anche il nuovo centro di accoglienza per rom in viale Lombroso, proprio nella zona dove i residenti sono circondati da 3 campi rom. Adesso, la nostra lettrice porta alla luce un altro problema: la presenza dei rom nell’area verde di via Mezzofanti, frequentata soprattutto da bambini con genitori sempre più preoccupati. Di seguito la segnalazione della lettrice, riportata integralmente:

 

L’AREA VERDE IN VIA CARDINAL MEZZOFANTI: DEDICATA AI BAMBINI, E’ DIVENTATA UN VIAVAI DI ROM – “Buongiorno – esordisce la nostra lettrice, – seguo con interesse i vostri articoli, essendo residente in una delle zone calde di Milano cioè Milano Est/Viale Corsica.

– “Vorrei chiedere il vostro parere – prosegue, – su come secondo voi sarebbe meglio procedere per segnalare questa situazione: in via Cardinal Mezzofanti, al cosidetto “pratone”, solitamente popolato da persone che portano i cani a ‘sgambettare’ nell’area loro dedicata e da genitori con i propri bambini, ultimamente è stato notato uno strano via vai di persone (zingari, nomadi, rom per intenderci).

 

“I ROM SCAVALCANO OLTREPASSANO LE ROTAIE DOVE, PARE, STANNO ALLESTENDO UN NUOVO CAMPO ABUSIVO” – “Questi nomadi – spiega la residente – scavalcano il muro e passano da qualche fessura per andare al di là dello stesso, praticamente sulle rotaie, proprio dove,  infatti, mi dicono stia per sorgere un altro campo non autorizzato.

 

L’ANDIRIVIENI CONTINUO E I NASCONDIGLI – “Come dicevo – sottolinea la cittadina, – il prato è frequentato praticamente al 90% da bambini e minori, molti dei quali spaventati dal continuo andirivieni furtivo. Pare infatti, che alcuni di loro, per nascondersi ai vigili (l’unica volta che si sono presentati), si siano mimetizzati tra i cespugli.

 

L’AUMENTO DELLA MICRO-CRIMINALITA’ NEL QUARTIERE – “Ora, sappiamo che la zona sta diventando visibilmente meno sicura ogni giorno che passa – osserva la nostra lettrice, – non solo per via dei nomadi, ma anche della micro-criminalità in generale (rapine, scippi, furti, scassi).

 

LA PAURA DEI GENITORI PER I PROPRI BAMBINI – “Tuttavia, davvero non vogliamo che una zona di solito riservata ai bambini possa diventare in alcun modo pericolosa – afferma la residente, anch’essa mamma.

– “I genitori sono preoccupati – aggiunge, – hanno paura di potersi distrarre e che possa accadere qualcosa ai loro figli, fosse anche solo cadere su una bottiglia di vetro abbandonata, insieme col resto dei rifiuti che aumentano in maniera esponenziale.

MOLTE LE SEGNALAZIONI ALLA POLIZIA LOCALE, MA SCARSISSIMI GLI INTERVENTI – “So che i vigili sono stati chiamati più volte ed ogni volta hanno risposto ‘sì, andremo a controllare’ – racconta ancora la cittadina – Qualcuno effettivamente ci è anche andato, ma dicono che non possono farci niente, ‘mica possiamo scavalcare il muro……’

 

A CHI POSSIAMO RIVOLGERCI? COME DOBBIAMO PROCEDERE PER OTTENERE UN INTERVENTO?” –  “A chi è più corretto rivolgersi in questi casi? – chiede la mamma. –Dobbiamo fare una raccolta firme? Un esposto? Rivolgersi al consiglio di zona?

 

RIMARREMO COMUNQUE INASCOLATI – “Probabilmente rimarremo inascoltati – spiega la cittadina, – abbiamo visto che a nulla valgono le proteste dei residenti, così come è accaduto per il campo in via Gatto, sgomberato per darci il contentino e scoprire solo dopo che lo sgombero è stato fatto per agevolare i lavori della metropolitana e non per la volontà di ascoltare i residenti, tanto è vero che il campo si è spostato di pochi metri e quadruplicato dentro all’ex polveriera, lasciandoci di fatto nella stessa situazione.

 

PERCHE’ RENDERE UNA ZONA  UNA BOMBA A OROLOGERIA? – “Proteste inascoltate anche per il nuovo centro in Via Lombroso – conclude la nostra lettrice. –  Ma perché poi continuare a bombardare la stessa zona rendendola una bomba ad orologeria? Grazie in anticipo per i vostri suggerimenti. Cordialità, una Mamma.”

 

INTANTO, ECCO LA DELIBERA FIRMATA DA PISAPIA CHE ATTRIBUISCE AI ROM 6 MILIONI DI EURO  Per scaricare il TESTO INTEGRALE DELLA DELIBERA FIRMATA DAL SINDACO PISAPIA PER ATTRIBUIRE 6 MILIONI DI EURO AI ROM, CLICCA QUI 

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Giuliano Pisapia, sindaco gentile di Milano; ascesa ed operato. Le riflessioni di un cittadino sulla nascita e lo sviluppo del fenomeno arancione

Rom zona 4 Milano e problemi con residenti, tutto quello che il Comune non dice, ma i cittadini scrivono

Donna rapinata via Salomone Milano, presi due rom. Riepilogo della situazione della sicurezza in zona Forlanini-Corsica-Mecenate

Rom piazzale delle Milizie Milano davanti oasi ecologica, “Ogni giorno estorsioni e minacce per ottenere i rifiuti, aiutateci!”

Furto dentro auto Milano via Pecorini – Forlanini, un lettore: “Mi hanno portato via la plancia con monitor dvd, cd e climatizzatore. Forse la giustizia abita da un’altra parte in questa città”

Rapina rom viale Corsica angolo via Negroli Milano, un lettore: “Mia madre è stata pestata sul pianerottolo di casa, le hanno rotto il naso e l’hanno lasciata priva di sensi”

Rapina sala giochi viale Corsica Milano poco dopo mezzogiorno, bottino da 5mila euro

 

Di Redazione

Foto: una nomade che ruba i paletti da un’area verde in via Cossa angolo viale Forlanini

10 COMMENTI

  1. Buongiorno, a testimonianza di quanto scrive la lettrice, vorrei segnalare a codesta redazione i moltelplici problemi che vive TUTTA la ZONA 4. Domenica 16 giugno. Piazza Salgari: presenza di Rom che stazionano dalla mattina alla sera, rumeni dalle attenzioni assai particolari verso donne e sottolineo bambine. Stufo, rassegnato, non mi lascio prendere dallo sconforto. Per l’ ennesima volta chiamo il 112 che mi passa perchè di competenza la Polizia ( non capisco poi tutta sta diversità, del resto sono tutori dell’ ordine entrambi ) spiego cosa avviene sulla piazza – sono circa le 10.00 del mattino. Il mio interlocutore è gentile, mi lascia parlare e mi promette questa volta l’ intervento di una pattuglia. Io nel frattempo mi sposto su Vle Puglie. Siamo in presenza dei soli Vigili, sono diversi, impotenti anche loro. Non dico il caos. Sembra di stare in un vespaio di deliquenza allo stato puro. Cosa sconcertante da vedersi e raccontarsi. La cosa si aggraverà con il mega campo in via Lombroso. Il parco Alessandrini li adiacente è a questo punto infrequentabile. Manca la sicurezza prima garantita dai City E. Non ci porto le bimbe perchè da adulto ho paura. In zona, come segnlato dalla lettrice siamo pieni di Rom. Bonfadini, Lombroso, Cavalcavia Bacchiglione/Piazzale Bologna, via Zama e Salome con l’ occupazione di via Dione Cassio, le case occupate di Viale Molise. Tanto basta che al mio ritorno trovo una volante. MI presento e chiedo se sono usciti a seguito segnalazione….si segnalazione dell’ ennesimo furto in una attività alimentare ( non faccio volutamente il nome )…poco prima da mie fonte la pattuglia da me richiesta era uscita per il controllo da me richiesto..Vi rendete conto di come siamo messi ? Ps. il suggerimento è stato di andare presso il distretto di Polizia e magari come associazione di quartiere od anche come semplice cittadino fare un esposto. Ditemi voi la politica al servizio del cittadino ?.. Un saluto Carlo

  2. QUESTO SI CHE VUOL DIRE……….
    votato arancione
    il vento cambia davvero

    scommetto che una C…. così i “poveri” milanesi
    non l’hanno mai presa.

    roba da girare un film…………….dal titolo
    IL COLORE ARANCIONE

  3. PALLE E DIGNITA’ ?
    i milanesi, ce l’hanno un briciolo di dignità ?
    i milanesi, hanno un minimo di palle ?

    perchè non si organizza un presidio permanente
    di fronte al Pisapi……a ?

    ma è quasi surreale, il modo in cui i milanesi subiscono
    tutto questo e vengono presi per il c… sottolineo C… !!!!!

  4. Fabyo buongiorno, hai ragione. Quelli dalla puzzetta sotto al naso sono quelli che hanno votato arancione o meglio, votato xchè dall’altra parte non v’era una alternativa credibile – alias ” miss taglier Letizia “. Una bella protesta come dici tu ? Certo. Peccato che quando è stato fatto ( un paio di settimana fa da Salvini – mi frega poco se della Lega o meno ) per protestare contro il Bellissimo Centro da 5 milioni di euri…. certi snob a radical del ” azzo ” si sono indignati. Peccato che poi a vivere in quella zona ci sono persone che come me, che si espongono, scrivono ( manderò quanto prima a Cronaca Milano copia mia missiva a Granelli ed al Questore Savina ) ottengo solo che esca una pattuglia che non ha la possibilità di fare una seria prevenzione. Ti faccio un esempio banale. Se sono della polizia o che dir si voglia, ricevo una segnalazione io andrei a controllare, chiesti i documenti e se non in regola o con precedenti, la persona la prendo e la porto al gabbio. Meglio se dritto sparato al suo paese. Putroppo così non è. Ho però la possibilità di difendermi. Sai perchè ? Sono onesto non rompo più di tanto ma se mi toccano le mie bimbe..l’ animale lo divento io. Non posso accettare di sentirmi dire dalle forze dell’ ordine o dal Sindaco che poverini siccome sono peggio degli animali…me li devo tenere e devo averne paura. Tanto poi se non tocca a te che ti frega ? Ecco cosa è diventata Milano. Inserire nella comunità certa gente che di natura è nata per delinquere ti sembra normale ? Ti assicuro che appena apre il mitico centro io ci sarò e se mi gira….un paio di paroline al politichino di turno, le dirò. Un grazie di cuore sin d’ ora a Granelli e Pisapia. Se volete vista come è ridotta piazza del Duomo … potreste mettere i vostri amici a palazzo Marino..col caldo poi di sti tempi è il posto migliore…..Ciao Fabyo alla prossima e grazie per la ” tua voce tagliente ” ti apprezzo ed apprezzo sempre molto quanto scrivi. Carlo

  5. Scrivo ancora… Leggete quanto pubblicato sul sito del Comune di Milano.. Sindaco….ci sei o ci fai ?

    ” Rom

    Centri d’emergenza sociale necessari per la regolarizzazione

    Milano, 17 giugno 2013 – Il Centro di emergenza sociale di via Lombroso, previsto nel Piano Rom del Comune di Milano approvato da Governo e Prefettura lo scorso marzo, consente di effettuare gli allontanamenti dai campi abusivi, mettere in sicurezza le aree occupate e di dare accoglienza temporanea e di bassa soglia alle famiglie per iniziare un percorso di integrazione. Il Piano Rom è finanziato dal Governo con 5,6 milioni di euro strettamente vincolati alla gestione delle popolazioni Rom, Sinti e Caminanti che si trovano sul territorio di Milano. Il Centro ospiterà 150 persone, tutte famiglie con bambini, ed è costituito da container con camere a 24 posti, un’area diurna e servizi comuni. Sarà controllato da Protezione civile, Terzo settore e Polizia locale. Ogni persona ospitata costa 14 euro al giorno, comprensivi di realizzazione, manutenzione e gestione del Centro e noleggio dei containers ed è finanziato dal Governo. Lo precisa l’Ufficio stampa del Comune di Milano in merito ad alcune dichiarazioni uscite a proposito del Centro di Emergenza Sociale di via Lombroso. ”

    ALLUCINANTE!!!!!

  6. MA LO SQUALLORE VA ANCHE OLTRE……
    la moschea di viale Palmanova, quella di “Cascina Gobba”, molto probabilmente si trasferirà
    all’interno di expo……………..

    questo ei che è LUSTRO per Milano.

  7. Stiamo raccogliendo firme (siamo a quota 2000) per un’istanza che presenteremo alle istituzioni rivolgetevi al Comitato Maspero Monte Velino di via monte velino angolo Maspero area bocce.

    • Gentile Lorena,

      Appena possibile, passo da Lei. Sono della zona. Di sicuro si deve fare qualche passo. Se vuole, Piazza Salgari è un bellissimo esempio di degrado.
      Ieri sera, in giro in bici un bel gruppo di Rom si sono messi a mangiare…sarebbe la cosa meno grave…era il restante dello spettacolo che non era proprio da pic nic…
      Non parliamo poi di altre etnie definite dagli agenti di polizia … peggio degli animali.
      Possiamo sperare solo in due cose:

      1) Una presenza costante della Polizia al Ces meglio se di rondo in zona e non a spot dopo la millesima chiamata d’ intervento fatta da noi cittadini.

      2) Che sto Ces rimanga veramente temporaneo per un anno e 1/2. Licena scadrebbe ad ottobre 2014.

      3) Che il Parco Alessandrini non diventi una diretta emanazione del Ces. Campo del campo nomadi per intenderci. Basta vedere cosa capita la domenica. Si potrebbe anche chiedere la chiusura di quello strano mercatino..che come una calamita attira ciò che è sotto gli occhi di tutti.

      4) Sia la Polizia che i Carabinieri mi hanno consigliato di fare un esposto direttamente a loro. Per la Polizia andare o come cittadino meglio se come comitato in via di questi ultimi le potrei presentare un maresciallo che a sua volta potrebbe farci avere un incontro con il Comandante della Stazione di Viale Umbria,

    • Gentile Lorena,

      Sono della zona ed alla prima occasione verso le 17.30 sarei disponibile a passare da Lei per conoscerla. Le dico cosa accade.
      Piazza Salgari: ieri sera una decina di Rom si sono accampati per cenare, poco male, ma era il resto che non funzionava…
      Tralascio la presenza di altre etnie per le quali la Polizia ha usato il termine peggio degli animali….
      Ho fatto tantissimo anche per sollecitare i miei concittadini ma sembra regnare una totale rassegnazione.

      La speranza è che:

      1) Il Ces sia effettivamente temporaneo facendo leva sul fatto che alla scadenza non venga rinnovata da Sogemi l’ occuopazione della area.

      2) Si faccia pressione affinchè gli interventi delle Forze dell’ Ordine non siano a spot ma ronde permanenti.

      3) Un maggior controllo del Parco Alessandrini che a sua volta non diventi la diretta emanazione del Ces. Per intederci un secondo campo nomadi. Basti vedere cosa capita la domenica.

      4) Un maggior controllo sul mercatino..che mi pare fungere da calamita x quello che vediamo.

      Il consiglio che mi è stato dato da Polizia e Carabinieri è il seguente: fare direttamente a loro un esposto come libero cittadino, meglio se come comitato.

      Per i Carabinieri, potrei far leva su un amico maresciallo e farci avere udienza presso il comandante della Caserma. Le dirò poi dal vero quale.

      Attendo Sua cortese risposta e sono ben disponibile a dare il mio contributo.

      Saluti Carlo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here