7 arresti per occupazione ex Cuem Università Statale Milano: 2 gli studenti, gli altri sono tutti antagonisti che vivono dentro case occupate

I disordini risalgono allo scorso 6 maggio, quando era stata occupato il locale della ex Cuem all’interno dell’Università Statale di Milano.

 

Ad un mese circa di distanza, agli arresti domiciliari sono finiti 7 soggetti dai 23 ai 33 anni.

 

Tra questi, sono 2 sono studenti (un ragazzo e una ragazza), mentre tutti gli altri arrestati sono risultati appartenenti alle aree antagoniste, e risiedono presso case occupate tra via Ravenna, via Pichi e via Cola di Rienzo.

 

Le indagini hanno portato ad un totale di 32 persone deferite a vario titolo per i reati di:

– resistenza a pubblico ufficiale,

– violenza,

– danneggiamento,

– lesioni aggravate,

– istigazione a delinquere,

– travisamento,

– porto di oggetti atti ad offendere.

 

Durante le perquisizioni, gli agenti hanno rinvenuto:

– una scure,

– diverse mazze,

– un manganello telescopico,

– un coltello a serramanico,

– spray urticante,

– materiale cartaceo e informatico di rilevanza

– i capi di abbigliamento indossati durante l’azione di occupazione della ex Cuem.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Corteo Dax Milano centri sociali, 400mila euro di danni. E Pisapia cosa dice?

Contributi Leoncavallo da Comune Milano, l’assessore alla Sicurezza Granelli: “Valorizzare la positività di questo luogo che in futuro potrebbe anche ricevere contributi per determinati progetti”

Centri sociali Milano: Paolo Limonta, braccio destro di Pisapia, scrive al Questore Savina di non sgomberare le villette occupate in via Apollodoro, ecco il quadro della situazione

Sgombro case Aler Milano, antagonisti occupano il Comune: mentre Pisapia critica il gesto, suo braccio destro chiedeva alla Questura di non sgomberare le villette Aler in via Apollodoro; elenco promesse e smentite della Giunta dal 2011 a oggi

 

Di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here