Case Aler Assago, la protesta dei residenti: “Affitti come mutui e condomini fatiscenti, qualcuno deve ascoltarci”

degrado 2Di seguito la segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) dagli inquilini degli stabili siti in via Volta 2, ad Assago, circa la situazione economica ed igienica delle case Aler della città:

 

LA SITUAZIONE SOCIALE IN COSTANTE PEGGIORAMENTO – “I recenti appartamenti a canone moderato siti nel Comune di Assago vertono in una situazione sociale che volge al solo peggioramento, ignorati dal loro Sindaco e da chi gli ha affittato la casa, illudendoli che la casa è diritto e dignità – scrivono i cittadini.

 

VOGLIAMO CHE QUALCUNI CI ASCOLTI!” – “Gli inquilini degli stabili siti in Via volta 2 – proseguono i nostri lettori, – chiedono voce per la situazione di degrado in cui si trovano.

 

I COSTI DEL RISCALDAMENTO – “Si parte da una cattiva amministrazione – spiegano ancora i cittadini, – tanto per cominciare del riscaldamento, che viene pagato in base ai millesimi e non al consumo; questo nonostante ci siano caldaie in ogni appartamento per la verifica del reale consumo.

– “Inoltre – proseguono, – le fatture inviate sono poco trasparenti: nell’ultima bolletta del Bimestre Aprile/Marzo ci sono stati considerevoli rincari, eppure nessuno si è degnato di scrivere due righe per avvertire gli inquilini, privandoci del nostro diritto ad intervenire, ove possibile, per risparmiare.

 

L’ISOLA ECOLOGICA: UNA DISCARICA ABUSIVA – “L’isola Ecologica è diventata una discarica abusiva – sottolineano ancora i residenti.

– “E’ aperta – spiegano – e chiunque può accedervi; i bidoni sono pochi e spesso animali selvatici, topi nutrie uccelli cornacchie, aprono i sacchetti per nutrirsi, cosicché gli inquilini sono preoccupati per la salute dei bambini e degli anziani, le fasce della società più predisposte ad ammalarsi in condizioni igieniche cosi precarie.

 

LA CURA DEL VERDE: DALLE PIANTE PORTATRICI DI ALLERGIA, AI TOPI  – “Per la cura del verde – continuano i lettori – sono previsti solo 4 tagli l’anno, insufficienti per il verde che circonda gli appartamenti.

“La pianta Ambrosia – raccontano, – che per legge dovrebbe essere trattata e debellata, poiché riconosciuta come pianta allergica, cresce rigogliosa e felice nel prato del condominio.

– “L’estate scorsa, durante un taglio – dicono ancora i cittadini, – tutte le cassette nere, (trappola per i topi che abbondano) sono state distrutte: fatta tempestiva comunicazione ad Aler, si trovano ancora in quello stato.

 

LE CONDIZIONI IGIENICHE DISASTROSE – “I condomini, pur essendo di recente fattura – specificano ancora i lettori, – risultano sempre sporchi, fatiscenti. Le condizioni in cui versano sono precarie e in alcuni casi disperati, spesso sono gli stessi inquilini che se ne devono occupare per non cadere nel degrado totale.

– “Gli spazi comuni, come ingressi dei cancelli principali, passo carraio e vetri delle scale – aggiungono, – non vengono mai puliti; lo stesso vale per gli spazi sovrastanti i box, dove si accumula acqua poiché i canali di scolo non sono mai stati puliti, causando quindi il cumulo d’acqua che crea muffe, odori stagnanti e spesso infiltrazioni in alcuni appartamenti del primo piano.

 

GLI ALLAGAMENTI,  ANCHE IN PROSSIMITA’ DELL’ASCENSORE – “Quando piove – proseguono i cittadini, – la parte interna del condominio (non essendo protetta) si allaga, formando piccole pozze davanti agli ascensori; spesso infatti, per motivi di sicurezza, l’ascensore viene bloccato.

– “L’igienizzazione dello stesso – ricordano inoltre, – che dovrebbe essere fatta ogni 2 anni, è stata fatta in 6 anni una sola volta.

 

GLI AFFITTI DEGLI APPARTAMENTI ALER DI ASSAGO – “Forse si potrebbe pensare che, con la crisi che sta investendo il nostro paese, Aler sia anch’essa in difficoltà a mantenere il suo ruolo sociale – osservano i cittadini. – E quindi, per garantire alloggi alle fasce meno abbienti della società, si veda costretta a fare delle scelte, magari tagliando qualche servizio.

– “In realtà – spiegano, – dal CARO AFFiTTO che ci troviamo a pagare, l’impressione che si ha è che i nostri canoni servano un po’ da salvadanaio per le loro casse, da anni vuote, e lo dimostrano i nostri canoni:

– Trilocale: 780 Euro

– Bilocale: 424 Euro

– Monolocale: 390 Euro

– le spese del box non sono comprese; la spesa si aggira intorno ai 150 euro fino ad arrivare ai 180, dipende dalla grandezza del box.

 

CANONI DI LOCAZIONE SIMILI A MUTUI – “Da ciò si evince che i nostri canoni sono più vicini ad un mutuo che non ad un affitto sociale – protestano i cittadini, – e sono decisamente fuori dalla fascia di mercato corrente.

– “Dai confronti fatti nei comuni limitrofi Rozzano e Corsico – aggiungono, – i nostri alloggi hanno un costo decisamente più elevato pari, in certi casi, al doppio del canone moderato previsto.

 

GLI INCONTRI CON IL SINDACO – “A questo punto – raccontano ancora i lettori, – nell’aprile 2012 gli inquilini si sono rivolti al Sindaco.

– “Nell’ultimo incontro avvenuto in Ottobre 2012 – specificano, – il Sindaco ha consigliato loro di richiedere il canone sociale, con la disponibilità di cambiare alloggio (senza contare il fatto che attualmente nel Comune di Assago non ci sono case disponibile a canone sociale).

– “Oltre a ciò – proseguono –, le famiglie hanno sostenuto spese non indifferenti per adattare gli appartamenti a esigenze particolari, poiché ci sono persone con handicap ed è stato necessario sostenere spese importante per sistemare le abitazioni a problematiche speciali. Inoltre i nostri bambini sono inseriti perfettamente in questa comunità, e  le situazioni economiche per alcuni di noi sono drammaticamente peggiorate.

 

PER CHI NON HA NULLA, ASSAGO NON E’ LA CITTA’ GIUSTA – “Ad Assago, vien da pensare, se hai una casa di proprietà il Sindaco ti paga l’Imu. Ma se non hai nulla – concludono i lettori – Assago non è la città che fa per te.

 

 

CONTATTI E RECAPITI – Per richiedere eventuali contatti, scrivete alla nostra Redazione all’indirizzo redazione@cronacamilano.it

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Degrado zona Fulvio Testi – Sarca Milano adiacente a case Aler, residente disperato scrive a CronacaMilano, ecco cosa succede

Via Ferrante Aporti Milano, dopo altri 6 mesi di promesse del Comune, il degrado continua, foto e interviste

Via Gassman Milano Quartiere Adriano, tante promesse elettorali ma i disabili sono ancora bloccati tra aiuole e cemento: foto e intervista di CronacaMilano

Degrado via Valtellina Milano: servizio di CronacaMilano sulle proteste dei residenti di Zona 10

Parcheggiatori abusivi Milano Bastioni di Porta Nuova. Tutto è come prima

Parcheggio selvaggio davanti al Tribunale di Milano, un lettore: “Dalle 8 del mattino file di auto parcheggiate in barba al divieto di sosta e fermata, vigili e ausiliari!”

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here