Arresto antagonisti pestaggio ex Cuem Milano Università Statale, avevano ridotto in fin di vita uno studente

Manifestazione Studenti 14 Dicembre 2010-14L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita poche ore fa dai militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano.

 

GLI AGGRESSORI, STUDENTI DI 26 E 30 ANNI DELL’AREA ANTAGONISTA MILANESE – Il mandato è stato emesso dal Tribunale Penale di Milano nei confronti di due ragazzi di 26 e 30 anni, entrambi studenti universitari, attivi alla ex Cuem, la libreria occupata in via Festa del Perdono.

 

LE ACCUSE – Gli Inquirenti hanno spiegato che i due aggressori sono ritenuti responsabili dei reati di lesioni personali gravissime variamente aggravate, nonché violenza privata aggravata, consumati con altri giovani tuttora in fase di identificazione.

 

IL PESTAGGIO CHE HA RIDOTTO LA VITTIMA IN FIN DI VITA – I fatti risalgono alla notte dello scorso 14 febbraio. In tale data era scoppiato un diverbio per motivi politici nella ex libreria Cuem dell’Università Statale, al momento occupata dai centri sociali.

– In  merito, i due arrestati avevano aggredito e pestato selvaggiamente uno studente dell’Ateneo, avvalendosi dell’aiuto di altri 20 giovani circa.

– Secondo quanto emerso, il pestaggio aveva avuto luogo, oltre che nella saletta ex Cuem, anche in prossimità del portone d’ingresso dell’Università, dove il malcapitato era stato successivamente trascinato e lasciato a terra esanime, con una vistosa frattura cranica, tale da aver fatto ritenere agli aggressori che fosse deceduto.

 

DANNI IRRIMEDIABILI E PROGNOSI DI OLTRE 60 GIORNI – I danni riportati dalla vittima sono stati di massima gravità.

– Dopo due settimane, infatti, il giovane studente è stato costretto dalle lesioni riportate a recarsi presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale San Paolo, i cui medici l’hanno immediatamente sottoposto ad un importante intervento chirurgico maxillofacciale ricostruttivo, finalizzato a limitare irrimediabili danni funzionali ed estetici.

– La prognosi è stata di oltre 60 giorni.

 

L’ARRESTO DEI DUE ANTAGONISTI – Secondo gli investigatori, le indagini svolte “hanno portato ad identificare inequivocabilmente i due giovani come coinvolti nell’aggressione, autori, altresì, di gravi minacce di ritorsioni ad altri due studenti, testimoni dell’accaduto, affinché non rendessero dichiarazioni sul fatto alle Forze dell’Ordine”.

– I due sono stati pertanto arrestati e portati a San Vittore, dove saranno a breve sottoposti all’interrogatorio in presenza del Gip.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Corteo Dax Milano centri sociali, 400mila euro di danni. E Pisapia cosa dice?

7 arresti per occupazione ex Cuem Università Statale Milano: 2 gli studenti, gli altri sono tutti antagonisti che vivono dentro case occupate

Occupazioni centri sociali Milano, le proteste di Milano Povera: “Non vogliamo le cose rubate. I ladri camuffati da amici del popolo non ci interessano”

Centri sociali Milano: Paolo Limonta, braccio destro di Pisapia, scrive al Questore Savina di non sgomberare le villette occupate in via Apollodoro, ecco il quadro della situazione

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here