Rivolte Cie via Corelli Milano, due incendi in due giorni. Lanciato intanto il difficile bando per la gestione della struttura

Cellulare_Polizia_Di_StatoDue proteste in due giorni presso il Cie (Centro di identificazione e di espulsione) di via Corelli a Milano.

 

LA PRIMA PROTESTA, SABATO – Tutto è cominciato sabato pomeriggio, poco prima delle 17. Alcuni degli ospiti del centro, per motivi ancora da chiarire, hanno appiccato il fuoco ad alcuni materassi e varie suppellettili. L’arrivo dei mezzi dei vigili del fuoco, però, ha permesso di controllare l’incendio agevolmente e la situazione si è rapidamente normalizzata.

 

DOMENICA, Il SECONDO ROGO – Identica dinamica per il secondo episodio, verificatosi ieri, domenica, attorno alle 13.30. Anche in questo caso, alcuni immigrati hanno incendiato alcuni materassi e vari oggetti presenti all’interno del settore E.  Dopo qualche minuto, però, il rogo ha finito col coinvolgere anche l’adiacente settore D. Sul posto, come il giorno precedente, sono intervenute nuovamente le autopompe dei vigili del fuoco e due mezzi del 118. Dopo aver domato le fiamme, i pompieri hanno dichiarato inagibile il settore E.  In entrambi i casi non ci sarebbero stati né feriti né intossicati. Le indagini per determinare l’origine e i protagonisti dei roghi sono tuttora in corso.

.
PRECARIE CONDIZIONI DI VITA ALL’INTERNO DEI CIE – Che le condizioni di vita nel Cie di via Corelli non siano delle migliori  non è certo un mistero. Ma a destare ulteriori preoccupazioni sono le poche certezze relative al futuro (neanche tanto lontano) del centro. Lo scorso 24 luglio, Massimo Chiodini, responsabile della Croce Rossa presso il Cie (che ne ha la gestione e l’affidamento fino al 31 ottobre) aveva  ribadito come fosse già complicato gestire l’assistenza agli immigrati alla luce degli attuali costi di gestione, circa 60 euro al giorno per  ospite.

.

IL NUOVO BANDO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI VIA CORELLI – Ora la situazione va complicandosi ulteriormente poiché, per il prossimo triennio, la cifra pro capite è stata infatti dimezzata. Di soldi, si sa, nelle casse dello Stato, non ce ne sono più. Pertanto, il nuovo bando per la gestione del centro di via Corelli emanato dalla Prefettura di Milano prevede un contratto triennale, non rinnovabile, da affidare selezionando la migliore offerta con il criterio, però, del prezzo più basso. Il che significa con un tetto massimo di 30 euro a persona. Una follia, secondo i soggetti interessati alla gestione.

– Neanche a dirlo, infatti, la gara di inizio agosto si è risolta con un nulla di fatto. Troppo alta l’offerta della Croce Rossa (ricandidatasi per la gestione nel prossimo triennio, dopo l’iniziale passo indietro); troppo poche, invece, le garanzie offerte dal consorzio “L’Oasi” di Siracusa che, nonostante un’offerta vincente di 28 euro a persona, s’è visto rifiutare l’appalto dalla Prefettura per via dei suoi conti in rosso e delle scarse garanzie offerte.
– Ora, in attesa che la Prefettura lanci il nuovo bando, la speranza è che il Viminale possa rivedere i criteri di attribuzione dei bandi, affinché il servizio erogato dai Cie garantisca dignitose condizioni di vita ai suoi occupanti in attesa del rimpatrio nei propri Paesi di origine.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rivolta in via Corelli: appiccato incendio e distrutto arredi, arrestati 27 nordafricani

Per i Rom a Milano stanziati 6 milioni di euro, ecco tutte le spese del Piano approvato dal Comune

 

S.P.