Uomo accoltellato in strada Milano via Oldofredi, poco prima aveva rapinato un appartamento in via Nazario Sauro, con 2 complici

CutterE’ successo nel weekend, alle 11,40 di sabato 7 settembre 2013, in via Ercole Oldofredi, zona viale Zara.

 

In base a quanto ricostruito, la vittima è un uomo di origine peruviana, di 28 anni.

 

Una telefonata è giunta al centralino del 112 segnalando alcuni colpi di arma da fuoco, di modo che una pattuglia è subito sopraggiunta sul luogo indicato.

 

A differenza di quanto detto ai Carabinieri, la vittima è stata accoltellata, e non colpita con proiettili, in piena strada.

 

L’uomo, riverso sull’asfalto in un lago di sangue, all’arrivo dei militari era già senza vita.

 

Secondo le prime indagini condotte, il peruviano sarebbe stato autore, poco prima, di una rapina in appartamento in via Nazario Sauro, commessa con 2 complici ai danni di una coppia di italiani.

 

Secondo quanto denunciato dagli stessi coniugi, i rapinatori hanno fatto irruzione nel loro appartamento al quinto piano di un palazzo, con tanto di pistola alla mano, nonché uno storditore elettrico e diverse fascette di plastica.

 

Secondo gli Inquirenti, la morte del peruviano potrebbe essere collegata ad una lite tra i tre rapinatori.

 

Secondo i dati della Questura, nel 2012 le rapine in appartamento sono aumentate, nella nostra città, del 52,3%.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Presidi militari: Milano Pisapia aveva eliminato quelli mobili, perché “Milano non è Beirut”. Ora li richiede ma… in versione fissa

Giuliano Pisapia, sindaco gentile di Milano; ascesa ed operato. Le riflessioni di un cittadino sulla nascita e lo sviluppo del fenomeno arancione

Furti in appartamento zona Fiera e Missori, Milano primatista nazionale nel 2012 per il numero di furti in abitazione

Furto gioielleria piazza Lima Milano: ad agosto, in pieno giorno, rubati preziosi per 10mila euro

Rapina negozio via Ravizza Milano, titolare incatenata alla sedia da banda dell’est

Di Redazione

2 COMMENTI

  1. Nessuno si chiede perché mai le irruzioni negli appartamenti, operate quasi sempre da stranieri o da extracomunitari, siano aumentate in modo così rilevante? Perché non ci sono leggi adeguate ai nuovi tempi, nuovi perché la nostra società è cambiata con l’arrivo incontrollato e selvaggio di gente di diverse nazioni, che, priva di lavoro, si dà volentieri alla malavita che è più redditizia di un onesto e duro lavoro. Occorrono, dunque, nuove leggi e nuove pene che siano molto dure, perché chi fa irruzione in casa altrui, opera una violenza inaudita che non può essere mai dimenticata. Inoltre il legislatore dovrebbe concedere a chi in casa propria subisce una simile violenza di potersi difendere adeguatamente, senza la beffa atroce di andare in galera per eccesso di legittima difesa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here