Sindaco, assessori e cittadini imbianchini per la scuola primaria. A Milano? No, a Tribiano, a 2 km da Paullo

solidarietàFare i conti con la crisi, di questi tempi, non è facile. Soprattutto, non lo è per i piccoli Comuni, già tartassati da quel “si tagli chi può” imposto dalla Spending Review che, come una scure, colpisce dal sociale alla scuola pubblica. Proprio quest’ultima, purtroppo, falcidiata dai continui tagli imposti negli ultimi anni dal ministero dell’Istruzione, si trova a fronteggiare i propri bilanci sempre più risicati barcamenandosi tra mille espedienti. Leggendo le cronache non è difficile imbattersi in istituti in difficoltà che, in ultima istanza, decidono di appellarsi direttamente alle tasche dei genitori degli alunni, chiedendo loro un piccolo contributo in termini economici. Ma anche le famiglie, si sa, non se la passano bene. Perciò, talvolta, non rimane che invocare unicamente il loro senso civico.

.

I FONDI NON CI SONO? CI PENSA LA COMUNITA’ – E chi meglio del sindaco di un piccolo comune del Milanese per dare l’esempio ai suoi concittadini? Siano a Tribiano, un ex borgo agricolo di 3.422 abitanti, situato a 2 km di Paullo e a 15 da Milano. Un’unica scuola elementare, la “Don Milani”, garantisce l’istruzione primaria ai bambini del paese. Le pareti della struttura richiedono da tempo una bella “rinfrescata”, per rendere più accogliente il ritorno a scuola dei suoi alunni. Ma la liquidità, purtroppo, scarseggia. E allora cosa si fa? Dalla serie tutti per uno e uno per tutti, la comunità decide di provvedere all’opera di ritinteggiatura in proprio, low cost – come si dice oggi – mettendo a disposizione il proprio tempo, talvolta anche i propri soldi e, soprattutto, il proprio senso di comunità.

.

CITTADINI E ASSESSORI ARMATI DI PENNELLI  – Ed è così, che quest’estate, la “Don Milani” è stata sottoposta a verniciatura ad opera non solo dei volontari cittadini che hanno aderito all’iniziativa, ma anche di tutti i componenti dell’Amministrazione comunale, affiancati dalla Pro Loco locale. La prima pennellata l’ha proprio Franco Lucente, il primo cittadino, messosi a disposizione per un’intera settimana di lavoro. Dopodiché, fino a fine agosto – quando i lavori sono stati portati a termine – armati di rulli e pennellesse, si sono susseguiti tutti gli altri assessori e i volenterosi cittadini.

.

PRIMO GIORNO DI SCUOLA CON SORPRESA –  Così, il 12 settembre, alla riapertura della scuola, gli alunni dell’istituto si sono trovati di fronte ad una bella ed inaspettata sorpresa: classi e spazi comuni amabilmente tinteggiati di bianco e verde.
“Con un po’ di ingegno e buona volontà abbiamo risposto pienamente all’esigenza  che aveva avanzato la dirigente scolastica Cristina Cuppi, per il miglioramento  delle aule – ha dichiarato il sindaco Lucente -. E’ stato il frutto di una sinergica collaborazione tra le realtà cittadine  (istituzionali e non) di cui non posso che esserne fiero”. Il primo cittadino di Tribiano s’è detto fiero dell’affiatamento che lega la comunità di Tribiano, in virtù del quale è stato possibile superare i limiti economici del Comune, già messo a dura prova dalle precedenti spese per la riqualificazione stradale.

.

QUALCHE POLEMICA – Ma in questa bella favola, evidentemente, Lucente ha anche qualche sassolino da togliersi dalle scarpe: “Nessuno dei componenti della lista ‘Per Tribiano’ si è reso disponibile per prendere parte all’iniziativa. Hanno formulato solo critiche e illazioni. E hanno strumentalizzato la partecipazione volontaria di un imbianchino professionista, papà di un alunno, sostenendo che l’avessimo pagato. Nulla di più falso: l’uomo ha lavorato gratuitamente come tutti noi”. Al di là delle schermaglie di partito, gli alunni della scuola “Don Milani” potranno finalmente prepararsi a diventare gli adulti di domani in un ambiente non solo più salubre ma anche maggiormente stimolante . Ed è questo quello che realmente conta.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

S.P.