Lavoro nero Milano polo fieristico Rho – Pero, maxi operazione della Guardia di Finanza

EuroI militari del Comando Provinciale di Milano, nei mesi scorsi, in occasione di un importante evento fieristico tenutosi presso le strutture di Fiera Milano Rho, hanno effettuato una serie di interventi mirati alla repressione delle violazioni alla normativa sul lavoro, nel quale ambito sono stati ispezionati 28 cantieri in opera per la realizzazione di altrettanti stand.

 

L’attività delle Fiamme Gialle, però, non si è esaurita il giorno dei controlli, poiché in quell’ambito è stato rilevato che, in luogo di forza lavoro dipendente, molte delle imprese controllate e responsabili dei cantieri visitati, avevano fatto fronte alla manodopera conferendo incarico ad altre imprese attraverso la stipula di contratti di sub-appalto.

 

Solo attraverso una capillare attività ispettiva, che ha coinvolto 48 imprese da cui dipendevano i 248 operai identificati, è stato possibile isolare quelle che avevano utilizzato tale forma contrattuale, in realtà appalto di manodopera a prestazione corrispettiva, in violazione alla legge Biagi.

 

Il loro scopo, infatti, evidentemente, era quello di evitare di corrispondere agli enti previdenziali ed assistenziali gli oneri derivanti dall’assunzione del personale dipendente.

 

Tra le violazioni constatate, significativa appare quella rilevata nei confronti di due imprese che, con scopi elusivi, avevano affidato l’esecuzione dei lavori ad alcune società di diritto romeno; società, queste ultime, che fraudolentemente fruivano dell’istituto del distacco transnazionale, regolamentato da una direttiva della comunità europea recepita in Italia nel 2000.

 

Le modalità di assunzione dei dipendenti riscontrate, che attengono in qualche maniera al cosiddetto fenomeno del caporalato e le altre anomalie rilevate, hanno quindi consentito di ricondurre in capo alle società appaltatrici gli oneri previdenziali ed assistenziali derivanti dal rapporto di lavoro irregolare.

 

Sono dunque 41 le posizioni di lavoro irregolare riscontrate in relazione alle quali sono state comminate sanzioni per 77 mila euro, quasi interamente oblate dalle imprese coinvolte.

 

Una delle società, inoltre, è stata controllata anche sotto il profilo tributario, per non aver contabilizzato ricavi per oltre 200.000,00 euro ed omesso di versare Iva per circa 50.000 euro e Irap per oltre 300.000 euro.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Sequestro giocattoli Guardia di Finanza Milano, rinvenuti oltre mezzo milione di prodotti pericolosi destinati ai bambini

Sequestro merce via Paolo Sarpi Milano, prodotti non a norma per 350mila euro

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here