Degrado via Gola Milano, una residente: “L’area pedonale costringe, soprattutto le donne, a tornare a piedi sole, tra spaccio, risse e altro”. Le scuse accampate dal Comune

Via Paoli MilanoDi seguito le segnalazioni inviate alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), da una residente in zona via Gola. Dopo aver già parlato dei gravi problemi del quartiere grazie alla segnalazione di un altro cittadino, la nuova mail porta ancora alla luce il degrado della zona, ribadendone le principali criticità riguardanti  “Spaccio, risse, vendita abusiva di alcolici, edifici occupati, scritte e manifesti minacciosi sui muri”. La residente spiega di aver segnalato la questione sul sito del Comune, senza aver ricevuto risposta fino a quando, dalla conversazione privata, non è passata a quella pubblica. A quel punto, giustificazioni e scuse sono arrivate ma, oltre alle discutibili parole, nessuna soluzione è stata fornita. Nel dettaglio:

 

BUONGIORNO, ABITO IN VIA GOLA” – Buongiorno volevo segnalare questo – esordisce la nostra lettrice, la signora D.F., – abito in via Gola, nota non certo per essere un’area turisticamente attraente.

 

DALL’ESTATE 2013 MOLTE STRADE SONO DIVENTATE PEDONALI DALLE ORE 20, 7 GIORNI SU 7 – Da quest’estate – prosegue la residente, – il Comune ha reso la via, insieme con via Borsi, via Pichi ed altre vicine, pedonale, a partire dalle ore 20, 7 giorni su 7.

 

LA CONSEGUENZA: LE DONNE DEVONO RIENTRARE A CASA SOLE, ANCHE A NOTTE FONDA – “Questo significa – spiega la cittadina, – che tutte le persone che non escono con la propria macchina, ma che viaggiano su veicoli di non residenti, sono obbligate a rientrare a piedi, tendenzialmente sole (non esistono parcheggi d’appoggio e i vigili sono inclementi) a qualsiasi ora.

.

HO SEGNALATO IL PROBLEMA AL COMUNE” – Essendo una donna che vive da sola – aggiunge D.F., – ho segnalato la questione al Comune sulla pagina FB, in un messaggio privato… a cui ovviamente non ho avuto risposta finché non ho pubblicato un post sulla bacheca pubblica.

.

LA CONVERSAZIONE CON IL COMUNE: “NON HANNO IDEA DELLA SITUAZIONE REALE DI VIA GOLA, VIA BORSA, VIA PICHI E TUTTE LE ALTRE STRADE DELLA ZONA” – “Questa – riporta la lettrice – la conversazione:

Lettrice: Buongiorno. Volevo capire le motivazioni di vietare l’accesso ai veicoli in via Borsi, Pichi e Gola dalle 20 alle 7. Questo significa che donne sole come me saranno costrette a rientrare a piedi senza potere essere accompagnate sotto casa in orari poco sicuri. Forse prima dovreste pensare a sistemare la situazione in via Gola, che tra spacciatori e occupanti ha praticamente una gestione autonoma. Con tutti gli episodi di violenza che si sentono ultimamente, la vostra trovata è assolutamente fuori luogo. Saluti

 

Comune: Ciao Daniela, si tratta di una scelta di continuità, nell’ottica di una zona che già è soggetta a un processo di pedonalizzazione. Il provvedimento mira a rendere l’area più vivibile, disincentivando la congestione del traffico e la sosta selvaggia. La zona è anche controllata da un particolare dispositivo che riguarda tutta l’area. Ogni sera sono numerose le pattuglie della Polizia locale per il controllo dei varchi, ma anche delle illegalità (spaccio, risse, vendita abusiva di alcolici).

 

Lettrice: Siete seri? Evidentemente non avete mai fatto un giro per via Gola dopo le 10 di sera e altrettanto evidentemente non avete una fidanzata, un’amica, una sorella che vive da sola e abita in zona e che ora, grazie a voi, deve essere lasciata sola a notte fonda a camminare tra “spaccio, risse, vendita abusiva di alcolici”, visto che è praticamente impossibile trovare un parcheggio per chi ci accompagna nell’area circostante! Forse non leggete abbastanza i giornali. Aspettiamo come sempre le prossime vittime per sollevare il problema… O le prossime elezioni…

 

Comune: Ci dispiace per questa tua critica, il provvedimento, già attivo dal 2012, vuole valorizzare una zona importante per Milano. Inoltriamo comunque il tuo commento.

 

Lettrice: Se volete posso mandarvi delle foto; vi accorgereste che via Gola e via Pichi ad esempio, sono zone tutt’altro che da valorizzare, per come sono ora. Non c’è un centimetro di muro che non sia imbrattato da scritte o da manifesti minacciosi e violenti. Ridurre la possibilità di accesso, significa solo aumentare il potere dell’autogestione e dell’anarchia che regna. I posti da valorizzare, ve lo garantisco, sono tutt’altri. Grazie per la risposta, almeno.

 

LA CONCLUSIONE? IL PROBLEMA DELLA CITTADINA E’ TUTTORA IRRISOLTO –“Ovviamente il problema rimane e la mia segnalazione – conclude la nostra lettrice, – è caduta nel vuoto.Grazie per l’attenzione”.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rom piazza Belfanti Milano, le foto di due nomadi letteralmente infilati dentro i cassonetti di abiti della Caritas

Parcheggiatori abusivi ospedali San Carlo e San Paolo Milano, una vittima: “Sono stranieri, estorcono in pieno giorno davanti a tutti”

Degrado mercato via Benedetto Marcello Milano: gli esposti dei residenti, le violazioni della Legge, “ma il Comune ignora tutto”

Rom piazzale delle Milizie Milano, dopo le promesse di 2 mesi fa, traffici e minacce sono tornati. Foto

Rom via Rombon Milano, un residente allibito: “Atti osceni in piena strada, che immagine diamo di Milano e dell’Italia?”

Degrado via Gola Milano, la mail furibonda inviata da un cittadino a Pisapia, Maran e Baruffi

Di Redazione

2 COMMENTI

  1. Ogni sera sono numerose le pattuglie della Polizia locale per il controllo dei varchi, ma anche delle illegalità (spaccio, risse, vendita abusiva di alcolici).????????????? Sicuramente é una presa in giro! Se fosse vero gli spacciatori avrebbero già cambiato zona.. Mi avevano risposto esattamente con le stesse parole per via Pasteur una traversina della nota Via Padova ma non c’é stato mai nemmeno l’ombra di una pattuglia dopo le 10,00 di sera.
    e nemmeno nelle vicinanze perché se vengono chiamati arrivano dopo almeno mezzora. Il comune ha scritto anche ” ci dispiace per la tua critica ma il provvedimento é già attivo “? Ma Pisapia con tutta la sua giunta non avevano promesso che ad ogni richiesta seria di un cittadino Milanese lo avrebbero risolto al 100%?? senza se e senza ma.. Vi aspetto alla prossima campagna elettorale.

  2. in via Padova le risse tra cinesi, sudamericani e nordafricani sono all’ordine del giorno.
    I furti sono continui, dagli appartamenti alle auto parcheggiate. Tutto sulle spalle dei cittadini italiani che non ne possono più di dover subire tutto questo degrado. Le forze dell’ordine si vedono poco e ora si parla anche di amnistia. Pazzesco !!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here