Babygang di egiziani smantellata Milano, sei ragazzini vessavano un coetaneo per ottenere denaro

ArrestoDopo due giorni dal maxi arresto di 25 persone dai 17 ai 36 anni, legate alla banda sudamericana degli “MS13”, ieri una nuova operazione volta a smantellare gang giovanili.

 

Il nuovo caso ha visto protagonisti 6 giovanissimi, tutti di origine egiziana.

 

Nella banda sono stati identificati tre minorenni e un diciannovenne. Per gli altri membri due sono in corso accertamenti.

 

I fatti risalgono allo scorso marzo quando, un 16enne, venne adocchiato dai giovanissimi malviventi mentre si trovava all’interno della stazione della metro Romolo, insieme con un amico.

 

La lite scoppiò perché il 16enne venne accusato, dal branco, di aver imbrattato con un pennarello indelebile il sedile di un autobus dove la madre di uno di loro, sedendosi, si era macchiata i vestiti.

 

Il gruppo non ebbe difficoltà a bloccare il ragazzino passando dagli spintoni ai calci.

 

Quando, oltre alle botte, i giovani criminali pretesero anche 50 euro a titolo di risarcimento, la vittima era riuscita a fuggire, dileguandosi.

 

A maggio, però, una nuova aggressione, questa volta a bordo di un autobus in viale Cassala; anche qui la vittima era riuscita a fuggire rifugiandosi in un bar, il cui titolare avvertì i genitori del 16enne.

 

Neppure gli adulti, però, sono riusciti ad avere la meglio sulla gang, al punto che lo stesso padre della vittima è stato picchiato selvaggiamente dai sanguinari ragazzini, al punto che venne poi ricoverato con 5 giorni di prognosi.

 

Dopo l’apertura delle indagini, i giovani criminali sono stati arrestati con l’accusa di estorsione.

 

Due degli arrestati, inoltre, sono risultati già affidati in comunità per una rapina commessa in passato e dunque trasferiti al carcere minorile Beccaria.

 

L’amico della vittima, invece, presente durante la prima aggressione, è stato accusato di favoreggiamento, a causa della tenace reticenza mostrata agli Inquirenti.

 

Al momento, l’indagine ha evidenziato la particolare ferocia della banda, dovuta al sentimento di onnipotenza legato all’appartenenza al branco.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Ragazzo pestato e rapinato via Padova Milano, in 5 contro 1 per rubargli la moto. E’ grave

Estorsioni tra minorenni Monza, arrestati un 16enne e un 17enne che estorcevano denaro da 6 mesi un 15enne

Arresto baby gang Milano zona liceo Beccaria, rapinavano l’iPhone agli studenti, anche minacciandoli con armi

Scippo metropolitana Duomo Milano, vittima scrive a CronacaMilano: “Sono state due zingare, mi hanno bloccata mentre salivo sul treno”

Di Redazione

2 COMMENTI

  1. Minorenni stranieri delinquenti? Spero che non ce ne siano tra quelli che a migliaia sono sbarcati sulle nostre coste nelle scorse settimane, altrimenti l’Italia sarà ostaggio di questi “children” che noi accudiamo con tanto denaro, per essere poi ringraziati con la spada!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here