Pane con soda caustica Princi Milano, chi ne ha comprato oggi non lo mangi

BrezelI malori sono stati avvertiti alle 12 di oggi presso i due punti vendita di via Speronari e in via Ponte Vetero della panetteria Trinci.

 

Secondo le primissime informazioni, alcuni clienti, dopo aver addentato un panino, hanno avvertito un forte bruciore alla bocca.

 

Subito sul posto la Polizia e il 118, l’ipotesi al momento formulata è che, accidentalmente, della soda caustica si sarebbe mischiata all’impasto per produrre il pane servito nei negozi.

 

Mentre sono in corso accertamenti, la Asl ha già diramato un avviso per tutti coloro che avessero comprato pane, stamani nei negozi Princi: non consumatelo.

 

AGGIORNAMENTO del 10 ottobre 2013 ore 19,00: Sarebbe stata usata soda caustica pura, anziché diluita, creando così panini ‘avvelenati’ venduti alla clientela. E’ la ricostruzione della Asl dopo le intossicazioni di oggi per i pani “brezel” venduti   nei tre negozi della catena Princi, che hanno costretto 5 persone in ospedale.

– Asl informa che mancano alla conta 10 pezzi venduti, che non si sa se siano stati consumati. Il resto del pane è invece stato sequestrato.

– Per domani sono previste ulteriori analisi presso il Laboratorio di prevenzione dell’Asl.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

Foto: wikipedia.org

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here