Arresto santone Sedriano, prometteva guarigione in cambio di sesso

ArrestoOperaio cassintegrato, ma “santone” a tempo pieno. Ed è proprio nelle vesti di pseudo-guaritore che un danese di 46 anni, residente con la moglie a Trezzano sul Naviglio (Mi), ha abusato sessualmente di alcune donne, finite nella sua rete in cambio di fantomatiche guarigioni. L’uomo è stato arrestato ieri mattina dai Carabinieri della caserma di Sedriano e della compagnia di Abbiategrasso. L’accusa è di violenza sessuale, lesioni e circonvenzione d’incapace ai danni di una donna affetta da una grave patologia genetica.

 

LUGLIO 2012: INIZIO DELLE INDAGINI – E’ stata proprio la donna in questione, convinta dalla sorella e da un’amica, a far scattare le indagini, nel luglio 2012, dopo aver trovato la forza e il coraggio di denunciare la sconvolgente vicenda di cui era stata protagonista ai Carabinieri di Sedriano.

– Secondo quanto ricostruito, la vittima, una 30enne afflitta da una malattia fortemente invalidante, in grado di provocare dolori lancinanti alle gambe e alla testa, dietro consiglio di un amico – risultato però del tutto estraneo ai fatti – si era rivolta al danese, descritto come efficace guaritore dalle comprovate capacità.

 

RAPPORTI NON PROTETTI IN CAMBIO DI GUARIGIONE – Una volta contattato il santone, la donna lo aveva accolto in casa sua, a Sedriano. L’uomo, approfittando non solo delle sue capacità persuasive ma soprattutto della disperazione della 30enne, l’aveva convinta del fatto che operasse per conto di San Francesco, Padre Pio, Gesù e Papa Wojtyla. Ma per ricevere l'”amore di Dio”, avrebbe dovuto avere rapporti sessuali non protetti con lui.

– La donna, esasperata dalla sua malattia, aveva accettato. I rapporti con l’uomo venivano consumati in casa sua, in quelle stesse mura che fino a quel momento erano state protagoniste unicamente di dolore e sofferenza. Ora, per la prima volta, per lei si era  accesa una flebile luce di speranza. Forse, la guarigione era possibile.

 

BRUTALITA’ E MINACCE – Ma le cose avevano cominciato a prendere presto una pericolosa deriva. I rapporti sessuali “terapeutici” col suo guaritore erano diventati sempre più bruschi, tanto da arrivare a provocarle delle ferite. Molestie che si sono protratte per mesi.

– Fino a quando, dopo l’ennesima minaccia del danese di far ammalare sua sorella della sua stessa malattia qualora avesse spifferato qualcosa a qualcuno, la vittima ha confidato tutto proprio alla parente. Da lì alla denuncia alle autorità il passo è stato breve.

 

LA DENUNCIA – Secondo quanto descritto dalla stessa vittima agli inquirenti, l’uomo l’avrebbe costretta a ripetuti rapporti, talvolta anche dietro la minaccia della forza.

– Le indagini hanno portato alla scoperta anche di altre due vittime-complici che, dopo essere state avvicinate dal santone in altrettanti contesti di fragilità psicologica a seguito di lutti e malattie, lo avrebbero aiutato nei suoi intenti, organizzando nuovi incontri con altre “pazienti” spesso degenerati in orge.

 

MINACCE PER SOLDI E EREDITA’ – Il “santone”, in più di un’occasione, avrebbe anche sottoposto le sue vittime ad ulteriori pressioni psicologiche affinché gli consegnassero soldi, eredità e proprietà immobiliari.

– Le violenze sessuali, inoltre, sarebbe avvenute all’insaputa di sua moglie, unicamente a conoscenza del suo lavoro di guaritore.

 

PERQUISIZIONE – La perquisizione dell’abitazione del danese ha portato al rinvenimento di un autentico archivio con tanto di liberatorie firmate dalle sue “pazienti” per il trattamento dei dati personali. Nonché, un centinaio di nominativi su cui ora si concentrerà l’attenzione degli inquirenti. Altre vittime, infatti, potrebbero essere cadute nelle grinfie del santone.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Violenza sessuale metropolitana Duomo Milano, nel 2012 accertati 532 casi su suolo meneghino

Minorenne molestata Milano metropolitana Cadorna, in pieno pomeriggio 47enne palpeggia una 17enne

Rom via Rombon Milano, un residente allibito: “Atti osceni in piena strada, che immagine diamo di Milano e dell’Italia?”

Arresto pedofilo Milano e dati sul “grooming”, l’adescamento su internet ora punito specificatamente dal codice penale

 

S.P.