Manifestazione ambulanti Apeca corso Venezia Milano, 2mila gli abusivi nei 93 mercati cittadini: “il Comune deve intervenire!”

Franco d'AlfonsoIn concomitanza con la Giornata di mobilitazione di Confcommercio sulla legalità, l’Apeca (Associazione milanese degli operatori su area pubblica), ha manifestato contro l’abusivismo, spiegano come il fenomeno sia in espansione in tutti i settori.

 

CORSO VENEZIA: AMBULANTI ACCORSI DA TUTTI I MERCATI CITTADINI – La manifestazione si è svolta lunedì pomeriggio alle 15.30 in corso Venezia (altezza MM Palestro, davanti alla sede della Confcommercio milanese): i venditori ambulanti sono sopraggiunti da tutti i mercati cittadini.

 

2MILA I VENDITORI ABUSIVI NEI 93 MERCATI MILANESI – “Una manifestazione – ha spiegato il presidente di Apeca, Giacomo Errico – per il rispetto delle regole e degli accordi: una manifestazione contro l’abusivismo perché non ci vogliamo in alcun modo rassegnare ad avere 2.000 venditori abusivi che stazionano nei 93 mercati milanesi e che, all’anno, incassano oltre 10 milioni di euro.

 

LE COLPE DEL COMUNE – “Una manifestazione – ha continuato Errico, – per rivedere il Regolamento comunale sui mercati ambulanti con le sue norme non chiare e penalizzanti per gli operatori.

“Con il nostro lavoro – ha aggiunto – non si può scherzare: oggi lo diciamo in tanti, a chiare lettere, e vogliamo oggi un risultato concreto dal Comune (nella foto, l’assessore al Commercio di Milano, Franco d’Alfonso)”

 

IL MERCATO LAGOSTA/GARIGLIANO, QUELLO DI BENEDETTO MARCELLO E LA FIERA DI SENIGALLIA – “Una manifestazione – ha concluso giamo Errico, – perché torni a vivere il mercato di Lagosta/Garigliano (per il quale abbiamo raggiunto un’intesa con una rappresentanza dei cittadini del quartiere); per difendere il mercato di Benedetto Marcello; per non far morire la Fiera di Senigallia”.

 

I VENDITORI ABUSIVI DI FIORI – “Non ci vogliamo rassegnare – hanno aggiunto i membri dell’Associazione milanese fioristi – all’esercito di venditori irregolari che a Milano, in occasione di feste e ricorrenze, si divide le piazze e vie: oltre 2 milioni di mazzetti di fiori venduti per San Valentino, la Festa della Donna, la Festa della Mamma, con un danno complessivo erariale e di mancato introito Iva che l’Associazione milanese fioristi ha valuto in almeno 4 milioni di euro.

 

I FALSI NELL’ANTIQUARIATO – Del resto, non si tratta solo fiori: l’Associazione antiquari milanesi ha messo a sua volta in guardia sulla diffusione di falsi, favorita da venditori porta a porta.

 

ABUSIVISMO NELLE PROFESSIONI – Abusivismo anche nelle professioni: come denuncia Gitec, l’Associazione milanese delle guide turistiche, l’abusivismo in tale settore ha varie sfaccettature ed è risultata finora inefficace un’azione di controllo e repressiva.

 

CONTRAFFAZIONE ANCHE PER I FARMACI – Come se tutto ciò non bastasse, AssICC, l’Associazione italiana commercio chimico, ha sottolineato anche la contraffazione nel settore farmaceutico: i medicinali acquistati via internet costituiscono un forte rischio.

– Oltre 2 milioni – ha spiegato AssICC – le fiale e le compresse sequestrate in due anni dai Carabinieri dei Nas.

 

NON SONO RISPARMIATI NEPPURE OROLOGI, NE’ PROPRIETA’ INTELLETTUALI – “Non ci vogliamo rassegnare – ha spiegato ancora l’Apeca – alla nuova frontiera tecnologica e web dell’illegalità.

– Dalla pirateria, alla contraffazione di hardware e software, passando per la vendita online di falsi di ogni genere: tra questi, il fenomeno dilagante nel mondo internet della contraffazione di orologi denunciata da Assorologi, senza dimenticare anche il furto di proprietà intellettuale: sfide – come ricorda Assintel (l’Associazione delle imprese Ict) – a cui si può rispondere.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Via i chioschi da piazza Duomo, e il titolare si incatena alle sue bancarelle

Protesta commercianti ambulanti Milano Apeca: “Il Comune dia le soluzioni promesse circa abusivismo, Cosap, regolamenti e pulizia stradale”. Dettagli

Sciopero ambulanti Milano 5 dicembre 2011, per un banchetto si passa 500 a 1600 euro, rincari fino al 120%

Mercatini natalizi Milano a rischio, contro la delibera del Comune raccolta firme e ricorso al Tar

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Questo è il male dell’Italia, da Nord a Sud! Sono anni che le autorità preposte e competenti chiudono tutti e due gli occhi di fronte ai venditori abusivi che adesso, forti di una lunga e nefasta tolleranza italiana, non vorranno mollare e metteranno a soqquadro le vie e le piazze. Ma gli Italiani onesti e rispettosi delle leggi pretendono che la legge italiana venga rispettata anche e soprattutto dagli abusivi che sono diventati una grossa spina nel fianco
    dell’Italia legale e una mina vagante molto pericolosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here