Ragazzino vessato dai rom piazza Tirana Milano, la mail di un 15 enne disperato

AggressioneDi seguito la mail inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) da un ragazzino di soli 15 anni, vessato dai rom di piazza Tirana. Del problema della zona avevamo già parlato a maggio dello scorso anno, attraverso una segnalazione che descriveva il degrado e il gravissimo allarme-sicurezza nel quartiere. Ora, dopo che è passato un anno e il Comune non ha compiuto alcun intervento risolutivo, un 15enne si è deciso a lanciare un appello letteralmente disperato, raccontandoci i tormenti inflittigli da giovani nomadi, e implorando un aiuto: “Per favore aiutatemi! Vorrei che ci fosse più controllo in piazza Tirana, perché non è la prima volta che mi capita, è la seconda, di sera è successa la stessa cosa! – racconta il nostro giovanissimo lettore. – Oppure, almeno venite in tanti e liberate la zona e la piazza da loro, fatelo per me, per quelli che vivono lì e per quelli come noi ragazzini. Per favore aiutatemi – conclude, – non ce la faccio più”.

 

L’ULTIMO EPISODIO DI ANGHERIE, ALLE 15,30 DI IERI – “Salve, sono un ragazzo di 15 anni e oggi vi scrivo perché mi è capitato un problema coi rom – esordisce il nostro lettore. – Erano le 15.30 (di martedì 26 novembre 2013, ndr), ero sulla 49 e stavo tornando a casa.

 

“ERANO IN 3, VICINO ALLA FERMATA, UNO PICCOLO E DUE GRANDI” – “Sono sceso una fermata prima del capolinea per andare a casa – prosegue a spiegarci la giovanissima vittima – e lì ho visto dei rom: erano 3, uno piccolo e due grandi.

 

DAMMI IL TUO IPHONE” – “Mi chiamano e mi fanno ‘Bella Fra!’ – aggiunge il 15enne, – prendono il mio iPhone e iniziano a chiedermi qual è il codice di sblocco.

– “Io non gliel’ho detto per paura che me lo rubassero – precisa il ragazzino, – però uno di loro è un mio amico, diciamo ‘amico’, anche se lo saluto soltanto.

– “E lui però dice di volermi comprare l’iPhone e insisteva dicendo: ‘Dai Fra, se vuoi adesso chiamo mia mamma e ti faccio dare 100 €!’ – continua a spiegare il nostro lettore.

– “Io gli dicevo di no, finché non è arrivato l’altro, quello grande, che mi dice ‘Fammi vedere’ – prosegue – e io gli rispondo ‘Guarda’, e lui ‘Bello, a quanto lo vendi?’

– “ ‘A nessun prezzo’, gli rispondo io – continua il giovane –  e lui ‘Ma se lo vendessi a quanto lo faresti?’

-“ ‘E io: “bho 70/80 € perché lo schermo di dietro é rotto’ – racconta il 15enne, – e lui: ‘Fa vedere’ ed io di nuovo: ‘Guarda’.

– “Lui mi dice: ‘Dammelo!’ ed io: ‘No!’ – insiste esasperato, – e lui continuava finché non me ne sono andato, e lui mi grida ‘Coglione!’

 

PER FAVORE AIUTATEMI, NON E’ LA PRIMA VOLTA CHE MI CAPITA!” – “Per favore aiutatemi! – implora il ragazzino. – Vorrei che ci fosse più controllo in piazza Tirana, perché non è la prima volta che mi capita, è la seconda, di sera è successa la stessa cosa!

 

VENITE IN TANTI E LIBERATE LA ZONA, FATELO PER ME, PER I RESIDENTI E PER I RAGAZZINI COME ME!” – “Oppure, almeno venite in tanti e liberate la zona e la piazza da loro – chiede disperato il 15enne – fatelo per me, per quelli che vivono lì e per quelli come noi ragazzini.

 

ALMENO, INIZIATE A FARE PIU’ CONTROLLI” – “Però almeno – esclama ancora il giovanissimo cittadino, – se non riuscite a cacciarli, almeno iniziate con fare più controllo di pomeriggio e sera.

– “Per favore dovete controllare la parte della fermata – sottolinea, – se mandate qualche pattuglia lì, di solito si fermano lì a giocare con le monete, se no vicino ad un internet point o ad un negozio di cibo estero, oppure sono nel parco vicino ai giochi per i bambini.

 

PER FAVORE AIUTATEMI. NON CE LA FACCIO PIU’” – “Per favore aiutatemi – implora il ragazzino.  – Non ce la faccio più.

 

VI LASCIO IL MIO NUMERO DI TELEFONO: NON CHIAMATEMI AL MATTINO, PERCHE’ SONO A SCUOLA” – Per favore, datemi una mano – prega ancora il ragazzino, disperato.

– “Vi lascio il mio numero di telefono, – conclude, – se volete parlare con me, al mattino non chiamate, mandatemi un messaggio perché sono a scuola. Grazie, arrivederci”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Per i Rom a Milano stanziati 6 milioni di euro, ecco tutte le spese del Piano approvato dal Comune

Furto dentro auto parco Forlanini Milano, la vittima: “Il luogo è ostaggio dei rom”

Rom su autobus 54 Milano, una mamma: “Sindaco, sali con noi una mattina, così ti rendi conto!”

Rom piazza Belfanti Milano, le foto di due nomadi letteralmente infilati dentro i cassonetti di abiti della Caritas

Sicurezza Zona 4 Milano, incontro tra cittadini e assessore Granelli, la situazione shock del quartiere

Rom Milano, mentre gli assessori Granelli e Majorino parlano di integrazione e legalità, al Forlanini i nomadi rubano i paletti di legno del parco giochi per avere legna da ardere nei propri campi, foto

 Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here