Spray al peperoncino ai poliziotti di Milano, Pisapia ne aveva eliminato la sperimentazione nel 2011, ma ora è tornata

Spray_al_peperoncinoMilano con la memoria corta: dopo due anni e mezzo si torna infatti a parlare di spray al peperoncino in dotazione, questa volta a Poliziotti e Carabinieri.

 

Era stato l’ex vicesindaco ed ex assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato, a proporre una sperimentazione che vedesse gli agenti di Polizia locale dotati delle controverse bombolette.

 

Il provvedimento era nato dal riscontro dell’alto numero di agenti aggrediti (nel 2010 erano stati in 150 a finire al pronto soccorso) e, la passata giunta, era riuscita ad ottenere il nulla hosta per avviare una sperimentazione su 50 vigili.

 

A giugno 2011, però, con l’insediamento della giunta Pisapia, il provvedimento venne annientato con un colpo di spugna: Milano, infatti, citando oramai una frase immortale per la città, “Non è mica Beiruth”.

 

Ora, però, dopo mille parole spazzate via, concretamente, dai fatti, la sperimentazione è tornata, e a partire da gennaio 2014 sarà attiva non solo a Milano, ma anche a Roma e Napoli.

 

Inizialmente le bombolette saranno assegnate ai poliziotti della Polfer e alle squadre della Volante di Milano, nonché ai Carabinieri dei reparti operativi di Roma e Napoli.

 

Dopo una prima fase, l’utilizzo dello strumento verrà assegnato anche ad altri nuclei.

 

Intanto, mentre il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha dichiarato in un’intervista a Radio Popolare che “la città è profondamente migliorata ed è riconosciuto dappertutto”,  ricordiamo l’aumento delle tipologie di reati riscontrati dalla Questura, proprio a Milano, nel 2012 (i dati ufficiali del 2013 verranno annunciati a breve):

– violenze sessuali: +9%, con 513 casi all’anno, pari a 1,4 violenze sessuali compiute al giorno

– rapine in abitazione: +52,3%

– rapine in esercizi commerciali: +30,2%

– rapine in pubblica via: 5,2%

– furti con strappo: +23,5%

– furti con destrezza: +4,6%

– furti in abitazione: 9,3%

– furti in esercizi commerciali: 10,5%

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

Foto: Archivio

1 COMMENTO

  1. Decisione intelligente; non vedo perchè si debba vietare ai tutori dell’ordine e della sicurezza ciò che è legale per i comuni cittadini (sono comunque differenti: gli spray “militari” hanno una quantità di principio attivo più alto).
    Certo, poi possiamo essere ipocriti e fare riferimento al Libano…..del resto l’arma corta che vigili, carabinieri e polizia portano quotidianamente è di bellezza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here