Demolizione ex Pirelli via Ripamonti 88 Milano, al via i lavori di riqualificazione

escavatoreHanno preso il via i lavori di pulizia nell’edificio di via Ripamonti 88, propedeutici alla demolizione dello stabile che avverrà nei prossimi giorni.

 

ANNI DI DEGRADO E ABBANDONO – Vista così, quella del civico 88 di via Ripamonti, sembrerebbe una storia risolta in quattro e quattr’otto, senza colpo ferire. In realtà, l’area industriale in oggetto versa da tempo immemore in uno stato di degrado e abbandono.

– Ex proprietà della Pirelli, il civico 88 già da diversi anni è diventato proprietà del Comune di Milano. Un arco temporale di circa 15 anni in cui le varie amministrazioni comunali si sono avvicendate senza far nulla per rimediare a quello scempio a cielo aperto.

– Una colpevole indifferenza degli amministratori locali in barba alle numerose richieste ed esposti rivolti alle autorità milanesi da parte di cittadini, associazioni di quartiere e consiglieri di zona.

– E così, anno dopo anno, il vecchio rudere si è trasformato in un bivacco per senzatetto, disperati e delinquenti di ogni sorta, con annessa discarica a cielo aperto.

 

PROMESSE CADUTE NEL VUOTO– Una prima promessa di riqualificazione da parte dell’allora giunta Albertini risale al lontano 1998, ma non se ne fece più nulla.

– Stessa sorte per la bonifica e messa in sicurezza dell’area affidata alla società Edes ma, all’atto pratico, mai portata a compimento.

– Anche la giunta Moratti, nel 2011, incalzata da alcuni consiglieri del Carroccio che ne chiedevano la demolizione in favore di un’area verde da destinare a parco, promise di intervenire. Ma anche in questo caso la questione cadde nel dimenticatoio.

 

NUOVA DESTINAZIONE D’USO DELL’AREA – Da agosto 2012, l’edificio di via Ripamonti 88 è stato inserito dal Comune di Milano nell’elenco degli immobili da destinare a sede di incubatori di impresa.

– Un progetto che, nelle intenzioni di Palazzo Marino, dovrebbe “ridisegnare i luoghi periferici della città (previste dalla legge 266/97 per le periferie), sviluppando per ciascuna realtà una specifica vocazione produttiva orientata alla creazione di impresa e di lavoro e, contemporaneamente, portando avanti progetti di recupero urbanistico e di edilizia sociale”.

 

REAZIONI E COMMENTI – Il presidente di Zona 5, Aldo Ugliano, si dice soddisfatto e fiducioso. “Si tratta davvero di una buona notizia perché finalmente mettiamo fine ad una situazione di degrado e insicurezza che si protraeva da troppi anni”.

– “Abbiamo mantenuto l’impegno che avevamo preso con i cittadini della Zona – è il commento di Ada Lucia De Cesaris, vicesindaco con delega all’Urbanistica -. Sono partiti i lavori di pulizia dello stabile, necessari per poi poter procedere con la demolizione durante la prossima settimana”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Amianto Milano via Lisiade Pedroni zona Affori, la disperazione di un lettore: “Mi rivolgo a voi con la speranza che possiate darmi una mano”

Denuncia amianto uffici Comune Milano via Pirelli 39, dipendenti avviano l’azione legale contro Palazzo Marino

Emergenza uffici comunali Milano via Melchiorre Gioia, 900 lavoratori tra gelo, topi e quintali di immondizia, foto

Amianto Milano uffici comunali via Pirelli 39, la Procura ha inviato i Carabinieri che ne hanno constatato il degrado

S.P.

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here