Ricerca volontari Paolo Pini Milano per assistenza bambini con malattie croniche, info corsi

Associazione_Paolo_PiniDa oltre 50 anni offre il proprio sostegno gratuito a bambini e ragazzi affetti da malattie croniche. Un modo per aiutare non solo i piccoli malati ma anche le loro famiglie, che in questo modo possono tirare un po’ il fiato e ritrovare nuove forze. E così, anche per questo 2014, l’associazione “Paolo Pini” lancia i suoi corsi di formazione rivolti a tutti gli aspiranti volontari che, per una volta la settimana, vogliono dedicare il loro tempo libero ad aiutare il loro prossimo.

 

QUATTRO PREZIOSE LEZIONI DAL 12/2 AL 12/3 – Il corso, rivolto a chiunque abbia raggiunto la maggiore età, si terrà i mercoledì 12, 19, 26 febbraio e 12 marzo 2014, dalle ore 18.00 alle ore 20.00, presso la sede dell’Associazione “Paolo Pini” in corso di Porta Nuova 32, a Milano.

– Quattro preziosi appuntamenti in cui verranno trattate le tematiche relative alla sindrome di Down, all’epilessia, alla tetraparesi e altre malattie rare e croniche conosciute che, a causa della loro gravità, incidono sullo sviluppo del minore.

– Argomenti del corso anche le inevitabili ripercussioni sulle dinamiche familiari e l’importante utilizzo delle risorse territoriali per il tempo libero.

 

LA DIDATTICA: LEZIONI FRONTALI E DISCUSSIONI DI GRUPPO – La didattica prevede sia le classiche lezioni “frontali”, tenute da esperti docenti, che di discussioni in piccoli gruppi  alla presenza di uno psicologo e volontari già inseriti nel contesto assistenziale.

– L’aspirante volontario in questo modo ha l’opportunità di approcciare le principali problematiche che si troverà a fronteggiare con l’assistito acquisendo così gli strumenti necessari per fronteggiarle.

– Al termine del percorso didattico uno psicologo verificherà l’effettiva idoneità di ogni candidato orientandolo opportunamente verso l’attività a lui più idonea.

 

L’INTERVENTO DEI VOLONTARI: BENEFICI PER L’ASSISTITO… – Una volta formati, i volontari – dopo un periodo di prova e con la costante supervisione di uno psicologo – vengono affiancati ad un bambino.

– Il loro compito, da quel momento, è quello di offrire non solo compagnia e assistenza di base presso il domicilio dell’assistito, ma anche disponibilità al gioco e allo svago.

– L’intervento dell’associazione punta infatti a favorire, quando possibile, la socializzazione e l’integrazione del malato nelle strutture del tempo libero presenti all’interno del suo quartiere. Che si tratti di una semplice passeggiata al parco, di un cinema o una qualsiasi altra struttura ricreativa, non importa: tutto può concorrere ad un reale beneficio psico-fisico, soprattutto laddove in presenza di gravi problemi di relazione.

– In questo modo, bambini e ragazzi spesso costretti a casa dalla propria malattia o dagli impegni quotidiani dei propri genitori, hanno la possibilità di avere un nuovo “amico”, con cui relazionarsi e ricevere importanti stimoli cognitivi.

 

… E PER I SUOI FAMILIARI – Per i familiari di un malato cronico, a differenza di quanto si potrebbe essere portati a pensare, richiedere l’intervento di un volontario non è una decisione scontata e indolore. A causa delle frequenti difficoltà relazionali che caratterizzano i giovani malati, le famiglie spesso tendono a rinchiudersi in se stesse, con l’erronea convinzione di proteggere il proprio figlio da ulteriori sofferenze.

– Non mancano neanche i timori legati alla propria privacy che, con l’arrivo in casa di un volontario, sarebbe irrimediabilmente violata da un “estraneo”.

– Ma una volta superato questo importante scoglio psicologico, per le famiglie i benefici sono inestimabili. Un volontario preparato, infatti, garantisce un aiuto tangibile sia al proprio piccolo malato ma anche un po’ di tempo libero da regalare a se stessi, fondamentale per svagarsi, riposarsi e ritemprarsi.

 

ASSOCIAZIONE PAOLO PINI: 50 ANNI DI SOLIDARIETA’ – L’Associazione Paolo Pini nasce nel 1956 per iniziativa di alcuni amici ed estimatori di Paolo Pini, il noto neurologo molto amato dai milanesi per la sua instancabile dedizione nei confronti dei più bisognosi.

– Intento iniziale  è, come si legge nella storia fondativa dell’associazione, quello di “tutelare da ogni punto di vista il fanciullo epilettico”, dedicandosi soprattutto al sostegno dei bambini che frequentano in quegli anni la scuola speciale per alunni epilettici, fondata nel 1952 e intitolata allo stesso Paolo Pini.

– Agli inizi degli anni 60, in collaborazione con il Comune di Milano, l’associazione contribuisce ad istituire la scuola speciale “Paolo e Larissa Pini”.

– Nel 1987 l’associazione all’allarga l’attività ai bambini e agli adolescenti portatori di gravi disabilità avvalendosi del volontariato.

– Un impegno, quello dei volontari, che quest’oggi è rivolto principalmente al supporto delle famiglie orientato principalmente nell’area del tempo libero in cui, a causa degli impedimenti dovuti alla loro patologia, i giovani malati devono spesso affrontare grosse difficoltà relazionali o motorie.

 

INFO – Per ulteriori informazioni:

– Associazione “Paolo Pini”

– corso di Porta Nuova 32, Milano

– Numero verde: 800.01.04.74

– telefono: 02.26.82.60.88; Fax: 02.26.14.96.89

– email:associazionepini@associazionepini.it

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Tempo libero e inserimento disabili Milano ‘Cascina Biblioteca’, presentazione attività 26 gennaio 2014. Recapiti e tutte le info

S.P.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here