Sicurezza stradale Milano, Fiab e Ciclobby a Pisapia: Dopo due anni tutto come prima, intanto il Sindaco si fa bello

Piste-ciclabili-milanoEra questione di tempo ma, ma il problema, doveva venire a galla. Mentre la Giunta arancione ha puntato tutto su una città dove, volenti o nolenti, l’auto si deve lasciare a casa in nome delle due ruote, la realtà però è quella di strade piene di buche, frequenti incidenti mortali, proteste di residenti puntualmente inascoltate e, in definitiva, sempre una città assolutamente inadeguata al cittadino. Fiab Ciclobby e Genitori Antismog si sono pertanto rivolti direttamente al Sindaco Giuliano Pisapia pretendendo soluzioni e sottolineando che, negli ultimi 2 anni, nonostante le numerose promesse, nulla è cambiato.

 

IL COMUNICATO DI FIAB E CICLOBBY – “A Milano in meno di un mese una ragazzina di 13 anni e un bambino di 10 sono stati investiti sulle strisce pedonali e gravemente feriti – scrivono le due associazioni in un comunicato rivolto direttamente a Pisapia. – Si potrebbe dire che sono delle fatalità o il frutto di comportamenti individuali irresponsabili. Ma purtroppo così non è.

 

LA SCARSA ATTENZIONE DELLE AUTORITA’ PREPOSTE – “Quante volte a Milano capita di vedere un vigile multare un automobilista per eccesso di velocità o per non aver rispettato la precedenza del pedone sulle strisce? – prosegue il comunicato. – Eppure queste gravi infrazioni vengono compiute di continuo, sotto gli occhi di tutti: il senso di impunità diffuso è complice di queste violazioni del codice della strada.

 

LE PROMESSE DELL’ASSESSORE GRANELLI: DOPO 2 ANNI TUTTO UGUALE – Ciclobby, e poi il Tavolo della ciclabilità di cui Genitori Antismog fa parte, hanno quindi chiesto all’assessore alla Sicurezza di Milano, Marco Granelli Granelli (PD), già all’indomani della morte di Giacomo Scalmani, a novembre 2011, di istituire un sistema di verifica delle sanzioni sui temi della sicurezza in bici e a piedi.

– “Un tema assolutamente cruciale per la mobilità sostenibile a Milano e per consentire ai cittadini di Milano di muoversi – senza auto – in condizioni di relativa sicurezza. La richiesta, tuttavia, reiterata più volte da allora, è ancora dopo oltre due anni inevasa, nonostante le promesse dell’assessore Granelli.

 

IL SILENZIO EQUIVALE AD UN’AMMISSIONE DI COLPE – “Le politiche di sanzione sono il frutto di direttive politiche – proseguono le associazioni. Il silenzio sul tema delle sanzioni equivale ad una ammissione di colpa.

 

INTANTO, PISAPIA “SI FA BELLO” CON ACCORDI INTERNAZIONALI PER LA CILABILITA’ – “Nel frattempo – sostengono ancora Fiab Ciclobby e Genitori Antismog – il Sindaco Giuliano Pisapia, dimentico delle richieste che gli vengono dai suoi concittadini, sente la necessità di siglare accordi internazionali per la ciclabilità e la mobilità dolce.

– “Ma a Copenaghen, caro Sindaco – osservano le associazioni – non si sognerebbero di trasformare i marciapiedi in luoghi di sosta per le auto con righe nuove di zecca.

– “Cosa sta insegnando questa amministrazione ai bambini delle scuole che si stanno iscrivendo a Siamo Nati per Camminare? – proseguono. – Che le auto hanno sempre, ovunque, e anche illegalmente, la precedenza?

 

IL SINDACO FACCIA LE DOVUTE VERIFICHE E REVOCHI GLI INCARICHI CONFERITI – Fiab Ciclobby e Genitori Antismog, pertanto – concludono le due associazioni – chiedono al Sindaco di verificare concretamente l’adeguatezza delle persone cui ha delegato il governo della sicurezza del traffico e della mobilità cittadina e di valutare se non sussistano i presupposti per una revoca degli incarichi conferiti”.

 

———-

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Carbone consegnato a Pisapia dai commercianti di Milano, vendite in calo del 60% a causa del blocco, che non ha fermato il PM10

Esenzioni Area C Milano malati cronici, la bufala del Comune, intervista di Cronacamilano

Foto degrado viale Molise 47, un lettore: “Paghiamo affitto e tasse, abbiamo diritto ad un ambiente sano. Perché Pisapia non viene a farsi un giro qui?”

Degrado quartiere Cimiano Milano, nuove segnalazioni dei residenti: “Il sindaco venga a fare una passeggiata senza scorta!”

Degrado via Arquà via Padova Milano, la mail shock di una residente, punto per punto

Degrado viale Sarca Milano, una lettrice: “Hanno tentato di stuprarmi. In più scippi, furti dentro auto, marciapiedi come latrine e altro”. Il punto della situazione

  Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here