Tentato omicidio di Capodanno Milano, arrestati i due marocchini che spaccarono la testa ad un connazionale

ArrestoI fatti risalgono al primo giorno del 2014: era l’1 gennaio del nuovo anno, infatti, quando in via Ravenna due ragazzi di origine marocchina avevano colpito alla testa, con una spranga, un connazionale 34enne.

 

In base alla ricostruzione svolta, erano le 3 di notte quando la vittima usciva da un locale in compagnia della moglie, anch’essa connazionale, di 19 anni: dopo l’aggressione subita, l’uomo era stato trasportato in codice rosso al Niguarda, dove era stato sottoposto all’esportazione di una parte della calotta cranica con conseguenze per numerosi giorni di prognosi.

 

Iniziate subito le indagini dal commissariato Mecenate, la Polizia di Stato aveva ricondotto l’evento al traffico di stupefacenti nel Sud Milano.

 

Da qui l’identificazione dei due aggressori: due cittadini marocchini di 23 e 21 anni, raggiunti venerdì 7 marzo 2014 dall’ordine di custodia cautelare in carcere con l’accusa di tentato omicidio.

 

Al momento dell’esecuzione del mandato, i due si trovavano già in prigione per precedenti episodi di violenza.
INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Ma perché non vanno a spaccarsi la testa nel loro Marocco, invece di stare qui a
    delinquere e a spacciare droga? Ma gli Italiani fino a quando si sobbarcheranno a
    questo stato di cose, diffuso in tutta Italia, che le leggi indulgenti e risibili non riescono a debellare? Fino a quando pazienteranno, senza ribellarsi? Senza leggi rigorose si rischia di innescare tra Italiani e stranieri delinquenti una guerra, come già accade in molte zone d’Italia; basti citare la zona Baggio di Milano, dove rom e Italiani danno libero sfogo a rancori covati a lungo. E non si parli di razzismo, perché gli Italiani sono stufi di sentirne parlare! Qui è in gioco la nostra società, fondata sul diritto, la nostra sicurezza, la nostra identità storica e culturale che vengono aggredite ogni giorno da gente lontana da noi mille anni che non vuole integrarsi, ma solo vivere alle nostre spalle con reati di ogni genere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here