Restauro Galleria Vittorio Emanuele Milano, l’ultimo nel 2012 per 2 milioni di euro

Galleria Vittorio EmanueleL’ultimo restauro si era concluso a inizio 2012: 35 artigiani specializzati all’opera per ben 200 giorni, con una spesa totale per la città di quasi 2milioni di euro. Poi, il freddo dell’inverno, e la pavimentazione del “Salotto milanese” tornata immantinente con crepe e fessure: l’assessore ai Lavori pubblici e alla Casa di Milano, Lucia Castellano (patto civico Ambrosoli), appena riapparse le crepe aveva così commentato “Le fessure non destano alcuna preoccupazione. I nostri tecnici le stanno monitorando attentamente effettuando sia i rilievi strumentali sia quelli termografici per predisporre le soluzioni più opportune”. Ora, dopo due anni (e un nuovo mega multipiano extralusso in più), l’interesse della giunta per la Galleria si riaccende, ed è già partito un nuovo super-cantiere che durerà 13 mesi: “Siamo orgogliosi di questo impegno che restituirà fascino e bellezza a un luogo simbolo della città celebre in tutto il mondo. E’ un progetto d’avanguardia, promosso dal Comune di Milano con la collaborazione dei privati che ringraziamo, che diventerà una nuova attrattiva per i turisti e i visitatori della Galleria. Nessun disagio per i negozi che potranno anzi avvantaggiarsi del richiamo esercitato dai ponteggi mobili: contiamo di essere pronti per Expo”. Ha commentato l’assessore ai Lavori pubblici di Milano, Carmela Rozza (Pd).

 

RESTITUIRE COLORI E LINEE ORIGINALI – Il restauro, guidato dagli architetti Daniela Fiocchi e Roberto Baciocchi, mira a restituire colori e linee originali della struttura realizzata un secolo e mezzo fa.

 

392 GIORNI LAVORATIVI – La durata dei lavori è di  392 giorni, saranno impegnati 2.800 giornate lavorative  per i lavori di restauro e 1.200 giornate lavorative per il montaggio dei ponteggi, del portale e per i 13 spostamenti delle strutture di supporto.

 

GLI INTERVENTI – Saranno pulite 330 cornici di finestre e 88 vetrine. La superficie complessiva oggetto dei restauri è di 13.500 metri quadrati, di cui 3.300 per le facciate lavorate tramite ponteggio tradizionale, 7.800 per quelle lavorate tramite portale mobile, 2.400 per le superfici all’interno dell’Ottagono lavorate grazie ad un trabattello a piano strada.

– L’opera, inoltre, si articolerà in due momenti: dal 10 marzo 2014 si inizierà con un ponteggio tradizionale, alto 26 metri, che parte dal pavimento e arriva sino al cornicione, per restaurare a turno le 4 facciate dell’Ottagono. Gli operatori cominceranno dalla facciata in cui si trova il negozio di Louis Vuitton, per procede un mese dopo dov’è situato attualmente il negozio di Bernasconi. Con lo stesso metodo e i medesimi tempi si passerà ai due lati in cui si trovano i due negozi di Prada: l’ultimo ponteggio verrà tolto il 20 ottobre 2014.

 

I PONTEGGI MOBILI – Nel progetto anche un innovativo ponteggio mobile che si sposterà lungo i binari collocati sul pavimento per realizzare la manutenzione della facciate. Peserà 24.000 chili, ed è in grado in 21 giorni di consentire la lavorazione su 600 mq di facciata (sull’Ottagono, invece, il restauro sarà effettuato con ponteggi tradizionali).

Tale struttura verrà utilizzata a partire dal 7 aprile, dall’ingresso di Piazza della Scala: su due binari, lunghi 15 metri, sarà collocato un vero e proprio ponteggio mobile (con 4 piloni alti 6 metri) dotato di una piattaforma sulla sommità. Questa consentirà agli operai di costruire due ponteggi tradizionali alti 20 metri su entrambe le facciate della Galleria, su cui si lavorerà di giorno. Di notte, invece, si lavorerà nella parte bassa dove saranno sistemati ponteggi provvisori dal pavimento sino all’altezza di 6 metri.

 

3 MILIONI DI EURO – Il progetto di sistemazione ha un costo di circa 3 milioni di euro,  sostenuti da privati: società Prada e Versace, con un contributo anche di Feltrinelli, nell’ambito di un accordo con il Comune per l’acquisizione di spazi in Galleria.

 

COSA NE PENSANO I MILANESI? – Il restauro era necessario? La città necessita di altri interventi, da apportare in altri quartieri? Invitiamo ogni lettore ad esprimere la propria opinione, commentando il presente articolo o scrivendo, in massima privacy, a redazione@cronacamilano.it

 

—–

PARTECIPA AL SONDAGGIO DI CRONACAMILANO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Fessure in Galleria Vittorio Emanuele Milano, dopo il restauro costato 2 milioni di euro, oggi il nuovo intervento

Pavimento Galleria Milano crepato per il freddo, in fumo restauro da 2 milioni di euro

Bar Camparino Milano, è festa in Galleria ma non mancano perplessità

 Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here