Protesta pedonalizzazione piazza Castello Milano, sabato 10 maggio 2014 la contestazione dei residenti. Ecco perché

nuova viabilità piazza CastelloContinua la protesta dei residenti di piazza Castello e Foro Buonaparte, scesi in campo per dire No alla pedonalizzazione che, dal 22 aprile scorso, è al centro della vita del quartiere.
UN INIZIO SOTTOTONO. DAVVERO? – La prova del nove rispetto ai problemi di viabilità era attesa per lunedì 5 maggio, primo giorno di rientro dopo il periodo di ponti e vacanze varie, tra 25 aprile, Pasqua e 1 maggio. Come hanno diffuso tv e giornali, però, il boom di traffico non si è presentato.
– Il motivo, tuttavia, è velocemente spiegato: a partire da via Legnano, fino a ridosso della stazione Cadorna, il Comune ha messo in campo un vero e proprio spiegamento di vigili, pari a circa 120 unità, peraltro sottratti alle altre zone della città.
– Grazie al continuo intervento degli agenti della Locale, infatti, impegnati a disperdere i veicoli su percorsi alternativi e sostituirsi ai semafori per evitare congestioni (nella foto, lo sbarramento in viale Gadio), l’arteria di Foro Buonaparte e piazza Cairoli è risultata relativamente fluida, nel trionfo di assessori e giunta arancione.
– Intanto, nelle vie prospicienti il centro storico, da corso Garibaldi, a via Fatebenefratelli, fino a corso Magenta, la viabilità si è completamente bloccata, con cittadini disperati e costretti a procedere ‘a passo d’uomo’.
– In questo senso, la domanda da porsi è: cosa succederà quando lo spiegamento di vigili verrà ritirato?
SULLA PAGINA FACEBOOK DI PISAPIA, PERO’, I POST E LE FOTO DEI DISSENZIENTI VENGONO ELIMINATE – Dalla sua, il Comune continua a rilasciare dichiarazioni entusiastiche, anche se sono diversi i cittadini che lamentano uno sgradevole particolare: chi esprime commenti dissenzienti sul sito del Sindaco Pisapia, viene ‘bannato’, oppure gentilmente invitato a ‘non postare commenti non veritieri’.
– A spiegarlo sono i diretti interessati, ora più sbigottiti, ora più indignati: “Se non ci lasciano manifestare il nostro dissenso, chiaro che sembrerà che tutti siano felici di questa iniziativa!”, spiega una residente. “Ho inviato 8 fotografie sul traffico congestionato in Foro Buonaparte, e mi hanno bannato!” aggiunge un giovane milanese. “Anche io – aggiunge un’altra cittadina – ho inviato una foto sul traffico con pochi caratteri di commento. Come risposta mi hanno esortata a non inviare più commenti non veritieri… eppure la foto era chiarissima, e l’ho scattata sotto casa mia!”
I 4 PUNTI DELLA PROTESTA DEL COMITATO – Durante la seconda riunione del Comitato Castello, residenti e tutti quanti i coinvolti dalla nuova viabilità, hanno enucleato 4 criticità fondamentali sulle quali aprire un dialogo con l’Amministrazione:
–  viabilità:
– eliminazione di carico e scarico in Foro Buonaparte (numeri pari), con conseguente impossibilità di svolgimento delle attività commerciali
– istituzione di divieto sosta e fermata in Foro Buonaparte con paralisi per residenti, fornitori corrieri di trasporto, pazienti di studi medici e clienti di attività commerciali
– eliminazione parcheggi residenti piazza Castello numeri dispari (righe gialle)
– eliminazione parcheggi a pagamento Foro Buonaparte numeri pari (righe blu)
– difficoltà di lavoro per taxi
–  sicurezza:
– mancanza di strutture di sorveglianza a bilanciare l’afflusso di turisti sull’asse Duomo-Dante-Castello, non da meno attirati dagli allestimenti con chioschi e sedie a sdraio che verranno posizionati nell’ “area relax” di fronte all’Expo Gate
– l’aumento del traffico, inoltre, provocherà anche il veloce danneggiamento del pavé lungo Foro Buonaparte, con maggiori rischi per l’incolumità di automobilisti, motociclisti e ciclisti.
– inquinamento:
– il maggiore afflusso del traffico provocherà anche un aumento di polveri sottili PM10 (ricordiamo che siamo nel cuore pulsante di Area C), nonché di inquinamento acustico.
–  decoro artistico-architettonico:
– la pedonalizzazione si presenta come un intervento inutile, poiché gli eventi in piazza Castello si sono sempre svolti, con tanto di larghissima partecipazione da parte dei residenti di tutta la città: da eventi tradizionali e lunghi diversi giorni (come la fiera degli ‘Oh bej Oh bej’), alle numerosissime maratone, biciclettate, camminate e via dicendo che si svolgono quasi ogni weekend. A questo punto, invece che chiudere una strada che collega i 4 punti cardinali di Milano al fine di accogliere bambini e famiglie nel cemento, sarebbe stato più sensato “restituire ai milanesi” gli spazi interni al Parco Sempione, senza sottrarre una così importante arteria stradale alla città.
– le iniziative che l’area dovrà ospitare, inoltre, dovrebbero presentare un rapporto armonico con il contesto storico, artistico e architettonico di una piazza che ospita un Castello. I maxi-schermi annunciati per il periodo dei mondiali, ad esempio, provocheranno lo spostamento della movida e con il prevedibile, conseguente degrado.
– è ancora giallo, infine, su cosa succederà agli alberi in via Lanza, poiché ‘voci di corridoio’ hanno annunciato l’autorizzazione al taglio fino al 30% delle piante presenti in zona, al fine di recuperare spazi da dedicare alla sosta delle auto.
RACCOLTA-FIRME E INCONTRO APERTO A TUTTI SABATO 10 MAGGIO 2014, PER MANIFESTARE IL PROPRIO DISSENSO DURANTE L’INAUGURAZIONE DELL’EXPO GATE – La raccolta-firme istituita dal Comitato Castello, continua (possono aderire tutti i cittadini, recandosi in Foro Buonaparte 76).
– In più, durante la grande inaugurazione dell’Expo Gate che porterà in piazza Castello in primis il Sindaco Pisapia, e poi tutta la sua giunta, i dissenzienti si raccoglieranno per dare vita ad una contestazione pacifica, ma chiara.
– Tutti gli interessati possono trovarsi di fronte al “Bar Castello” di piazza Castello 2, alle ore 18.00 di sabato 10 maggio 2014.
– Per ulteriori informazioni è attiva la casella e-mail comitatocastello.mi@gmail.com

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it
– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.
VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it
– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Leggi anche:
Nuova viabilità piazza Castello Milano, il no di residenti, negozianti e lavoratori
Orti e giardini piazza Duomo Milano, cosa ne pensano i cittadini? Scriveteci
Degrado via Ferrante Aporti Milano Stazione Centrale, partita la raccolta firme dei residenti
Parcheggio interrato via Aporti – Varanini – Cavalcanti Milano, i NO del comitato residenti
Degrado giardini piazza Farina Milano, un residente scrive mail a Comune e Assessori da un anno, ma ancora non ha ottenuto nulla: “Aiutateci!”
Rom via Pestagalli e via Cassio Milano, centinaia di abusivi e decine di baracche, inutili le petizioni inviate dai residenti all’assessore alla Sicurezza Granelli
Degrado mercato via Benedetto Marcello Milano: gli esposti dei residenti, le violazioni della Legge, “ma il Comune ignora tutto”
Degrado parco Testori Milano, una residente furibonda: “Ecco cosa succede ed ecco cosa mi avevano scritto assessori e politici. Qualcuno ci aiuti!”

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here