Ragazza violentata Milano parco piazza Santissima Trinità, preso romeno di 20 anni

Marco-GranelliI fatti risalgono allo  scorso 28 giugno quando, alle 3 del mattino, una giovane è stata stuprata e selvaggiamente picchiata in un parchetto presso piazza Santissima Trinità. La vittima è una studentessa polacca di 23 anni a Milano per fare l’Erasmus; in manette uno dei suoi due stupratori, mentre il complice è attualmente ricercato. Entrambi sono romeni senza fissa dimora.

 

LA SERA DELLA VIOLENZA – Secondo quanto ricostruito, la giovane era stata avvicinata dai due romeni dopo averne respinto uno che aveva tentato di abbordarla, durante una serata in un locale in via Tito Speri.

– In base a quanto spiegato dalla stessa 23enne, i due malviventi erano riusciti a raggiungerla, per poi picchiarla e trascinarla all’interno di un’area verde.

– A quel punto, i due aguzzini hanno più volte abusato della loro vittima, abbndonandola poi seminuda e sanguinante.

 

I SOCCORSI – In tali drammatiche condizioni, la studentessa aveva raggiunto la caserma dei Carabinieri di corso Sempione, trovando finalmente aiuto.

– Immediatamente portata alla Mangiagalli, la vittima aveva quindi ricevuto tutte le cure del caso e, i medici, avevano confermato la terribile violenza subita.

 

LE INDAGINI E L’ARRESTO – Subito aperte le indagini, i Carabinieri sono risaliti ai due aguzzini, identificati come due giovani romeni.

I militari sono hanno catturato uno dei due malviventi, di 20 anni, con precedenti, grazie alle telecamere e alla prova del Dna.

Il complice, invece, connazionale e presumibilmente coetaneo, è al momento ricercato e forse fuggito in patria.

Secondo quanto emerso, entrambi i soggetti “bazzicavano” la zona di corso Como, dove usavano rapinare i dei locali della zona.

 

LE VIOLENZE SESSUALI A MILANO, NEL 2013 – Secondo i dati della Questura, nel 2013 le violenze sessuali consumate a Milano sono state 488, pari a 1,3 casi al giorno .

 

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Donna violentata da albanese Milano, è un irregolare con precedenti e 8 identità. Cosa fare e i centri da contattare in caso di stupro

Degrado e ubriachi molesti piazza Principessa Clotilde Milano: “Il quartiere si è mobilitato, ma non cambia nulla. Aspettano il morto o lo stupro per intervenire?”

Nuova tentata violenza sessuale Milano via Tolstoj, le aggressioni alle donne sono aumentate del 45,7% rispetto al 2011

Tentato stupro via Ascanio Sforza Milano, erano le 7 di venerdì sera in piena zona Navigli

Tentato stupro via Impastato Milano alle 8 di sera, la vittima stava per entrare nella propria auto

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Se già da tempo questi delinquenti recidivi rapinavano i clienti dei locali di zona vuol dire che in questura fioccavano denunce. Le forze dell’ordine dovevano identificarli e fermarli prima. Poi a fatto grave avvenuto, ecco che in pochi giorni scatta l’arresto. Questo si poteva evitare!!! Comunque la colpa é della giunta Pisapia. Ricordo che proprio in quel quartiere c’erano due jeep militari che sorvegliavano la zona. Poi é arrivato Lui il grande amico dei profughi e dei Rom e il degrado di Milano é avanzato inesorabilmente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here