Esondazione fiume Olona, disagi, crolli e chiusura strade a Varese e Provincia

esondazione SevesoIl lago di Varese è esondato: la Sp1 è percorribile a senso unico alternato nel tratto tra Schiranna e Calcinate, per il sollevamento di tratti di asfalto (gestione Comune, Provinica, Polstrada). Il sindaco Attilio Fontana e l’assessore Stefano Clerici invitano ad “evitare di usare l’auto su tutto il territorio comunale”.

 

Ore 16.08

L’assessore all’Ambiente Stefano Clerici, che sta effettuando da questa mattina sopralluoghi in tutta la città con la protezione civile comunale, informa che tra poco riaprirà via Peschiera. “Registriamo inoltre allagamenti in via Dalmazia per la fuoriuscita della Roggia Molinara e danni in via Monte Nero. Per il resto ora la situazione è sotto controllo” precisa l’assessore.

 

Ore 15 

Sulla Sp1 “alla rotatoria tra Varese e Buguggiate stiamo posizionando indicazioni per gli automobilisti, la direzione consigliata per Laveno-Luino è verso Azzate. Abbiamo anche chiuso via Del Porticciolo, completamente allagata. La situazione è critica in via Peschiera per l’esondazione dell’Olona, che ha portato anche all’allagamento dell’Iper. Chiusa anche parte di via per Lozza per una frana che non ha fortunatamente avuto conseguenze per le auto in transito”.

 

“La situazione è grave – spiega Clerici -: sulla Sp1, dove si procede a senso unico alternato, uno scolmatore consortile è letteralmente esploso, distruggendo l’asfalto e riversando le acque fognarie sulla provinciale. Valle Olona, quasi interamente, è isolata, mancando ormai da tempo la corrente”

 

Queste le parole dell’assessore all’Ambiente Stefano Clerici, che si sta recando alla sede della Protezione civile della Schiranna per valutare la situazione con l’unità di crisi, con il responsabile del gruppo varesino, Gianluca Siciliano, la Polizia locale, la Polizia provinciale e i Vigili del Fuoco.

 

Allarme a Capolago e in via Peschiera (che resta chiusa poiché defluisce ancora molta acqua da via Monte Nero), con la zona Iper completamente sott’acqua e con diverse vetture rimaste bloccate: i vigili del fuoco sono intervenute per estrarre persone dalle auto allagate.

 

Nel centro commerciale diversi negozi hanno dovuto chiudere per l’altezza raggiunta dall’acqua.
A Cantello, in via Martegani, è crollato sulla strada un muro di 30 metri e sulla via per Lozza si è verificata un’altra frana.

 

Allagato anche l’ospedale di Circolo in alcuni punti e il Pirellino” di viale Belforte.

 

Finora sono caduti 98 mm di pioggia in poche ore. E questa sera dovrebbe continuare dopo una tregua nel pomeriggio.

 

Per la situazione a Milano, CLICCA QUI

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Danni esondazione Seveso Milano, raggiunti 25 milioni di euro. I cittadini: “Pisapia si dimetta”

Pisapia su esondazione Seveso Milano: “Se fossimo stati avvertiti in tempo, avremmo evitato questa situazione”

Esondazione Seveso Milano, 6 milioni di danni per le attività economiche

Esondazione Seveso Milano, analisi sul perché il Seveso straripa e soluzione della Giunta Pisapia: i Seveso Angels

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here