Incendio mansarda viale Certosa Milano, morto un anziano, intossicata la moglie e una vicina

Vigili Del FuocoIl rogo è scoppiato alle 14 circa di lunedì 8 settembre 2014, in viale Certosa.

 

In base alle prime informazioni, le fiamme sono divampate all’interno di una mansarda, dove vivevano un anziano di 85 anni e la moglie.

 

Secondo le ipotesi formulate, potrebbe essere stata una sigaretta dimenticata accesa a causare il tragico incendio. In questo senso, tuttavia, si attendono ancora le conferme ufficiali.

 

L’anziano, che presentava problemi cardiopatici, non è riuscito a salvarsi.

 

La moglie dell’85enne, invece, è riuscita a rifugiarsi dai vicini; lei un un’altra inquilina hanno riportato un’intossicazione causata dal fumo e, portate al Niguarda, fortunatamente non presentano condizioni gravi.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Incendio campo rom via Tremelloni Milano, ancora problemi nel quartiere Adriano, dove erano state fatte mille promesse

Incendio via Cesariano Milano zona Moscova, morto un anziano, due gli intossicati

Incendio Cie via Corelli Milano. Gussoni, Croce Rossa Lombardia: “In tre anni e mezzo persi 5 milioni di euro”

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here