Emergenza profughi Stazione Centrale Milano, continua il rimpallo del Comune, che ora cerca volontari

senzatetto“Siamo consapevoli del carico di lavoro straordinario che spessissimo sta già sulle spalle dei medici. È, dunque, un appello, il nostro, rivolto nel nome del senso civico, della generosità”. Inizia con queste parole l’appello che gli assessori alle Politiche sociali Piefrancesco Majorino e alla Sicurezza e Coesione sociale Marco Granelli, del Comune di Milano, hanno lanciato, per mezzo di una lettera congiunta, a medici a pediatri, affinché assistano i sempre più numerosi profughi di passaggio alla Stazione Centrale di Milano. Una richiesta di aiuto che arriva dopo la querelle scoppiata negli scorsi giorni tra lo stesso assessore alle Politiche Sociali e l’esponente di Forza Italia Silvia Sardone, “colpevole”, secondo Majorino, di aver divulgato fotografie “infami” ritraenti bambini siriani abbandonati a loro stessi sui marciapiedi dello scalo ferroviario milanese.

 

GRANELLI E MAJORINO: SCARICABARILE? – “I flussi migratori – si legge nella lettera – continueranno e oggi, per responsabilità della linea poco  chiara del governo, non è affatto prevedibile il sistema nazionale nel quale saranno inseriti, o come ora non inseriti, i migranti che arrivano dalla Siria o dall’Eritrea, per andare verso altre città d’Europa”.

– Responsabilità che il Palazzo, secondo i due assessori, deve condividere con la Regione Lombardia, “che sul tema del presidio sanitario permanente, continua a non scegliere. (…) siamo costretti a chiedere una mano ai volontari e all’associazionismo che opera in campo medico un ennesimo sforzo, per rendere più efficace l’azione di assistenza a chi arriva, anche a tutela dei cittadini milanesi e di chi si trova in stazione”.

 

DE CORATO: “CONTROLLI SANITARI UTILI SE IN SEDE DI SBARCO” – Pronta la replica di Riccardo De Corato, che si era già buttato nella disputa definendo il commento ostile di Majorino “frutto del fallimento della politica di accoglienza del Comune”.

– “I controlli sanitari sugli immigrati e le visite mediche, soprattutto sui bambini che arrivano nel nostro Paese, devono essere disposti prima di ogni altra cosa – ha detto il vice-presidente del Consiglio comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale in Regione – appena costoro sbarcano sulle coste italiane e non quando sono a Milano, Torino, o chissà dove, dopo aver attraversato l’Italia. Invece, il Comune fa sapere che sta cercando medici e pediatri volontari per assistere, in Stazione Centrale, gli immigrati in arrivo a Milano”.

– Un supporto sanitario che De Corato ritiene necessario, ma che “rischia di essere inutile se questi bambini non vengono visitati subito dopo lo sbarco. Dopo diversi giorni, eventuali malattie trascurate possono aggravarsi e creare maggiori problemi”.

– Per il vicepresidente comunale una soluzione, in realtà, ci sarebbe: “Basterebbe che Pisapia prendesse contatto con il compagno Renzi chiedendo spiegazioni. Ma non può farlo, perché il Sindaco è complice nella politica dell’immigrazione sconsiderata, senza controlli, venduta come accoglienza a tutti i costi. Governo e Comune giocano al rimpallo delle responsabilità, poi fingono di spararsi addosso e chiedono aiuto ai volontari per togliere le castagne dal fuoco”.

 

E LA CROCE ROSSA? – Sulla mancata richiesta di intervento della Croce Rossa, intanto, permane ancora il binomio di polemica & mistero

 

QUEI DISEGNI DI SPERANZA E OTTIMISMO – Sempre restando in tema di volontariato, da qualche tempo, sulle due terrazze nel mezzanino d’ingresso della Stazione Centrale, spiccano alcuni disegni. Raffigurano barche in mari azzurri o tempestosi, verdi prati e case. Paura, sogni e speranze.

– Sono le opere realizzate dai figli dei profughi siriani assistiti dai tanti volontari del Comune o aderenti ad associazioni come Save the Children. Comuni cittadini, ma anche specialisti come medici e pediatri che stanno offrendo, a titolo assolutamente gratuito, manforte, affinché la permanenza di questi piccoli ospiti e dei loro genitori in terra italiana sia quanto più possibile dignitosa.

 

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Emergenza profughi Milano zona 3, Majorino: “C’è accordo con CRI”. Gussoni: “Assolutamente falso”

Degrado shock Gratosoglio Milano, la lettere inviata a Pisapia da una residente: “Venga a trovarci”

Degrado viale Sarca Milano, una lettrice: “Hanno tentato di stuprarmi. In più scippi, furti dentro auto, marciapiedi come latrine e altro”. Il punto della situazione

Degrado via Valtellina Milano, il nuovo servizio di CronacaMilano tra movida, rom e senzatetto

 

S.P.

5 COMMENTI

  1. E’ difficile trovare nella storia di Milano un sindaco che abbia procurato tanti danni alla città.
    Solo un sinistro come Pisapia poteva riuscirci.
    Milano è l’emblema della incapacità storica della sinistra italiana ad amministrare ,insieme alla straordinaria abilità a distruggere tutto ciò che c’è di positivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here