Uomo investito da treno Romolo Milano, è vivo. Circolazione ferroviaria in tilt

Ritardo Treni trenordTragedia sfiorata alle 14,25 di martedì 28 ottobre 2014 alla fermata Romolo di Milano.

 

Secondo quanto spiegato, un uomo di 40 anni si sarebbe trovato in prossimità dei binari dove, per motivi ancora al vaglio degli Inquirenti, non si risarebbe accorto del sopraggiungere del treno regionale Saronno-Albairate.

 

In convoglio ha quindi travolto il 40enne che, miracolosamente, è rimasto illeso, riportando solo ferite non letali al capo.

 

Mentre l’uomo è stato portato al Policlinico dal 118, il personale ferroviario ha gestito le conseguenze dell’incidente che ha provocato, in primis, il blocco della circolazione per 2 ore circa fra le stazioni di Milano – Lambrate e Milano – San Cristoforo.

 

Per quanto riguarda, invece, il transito dei convogli, sono stati registrati i seguenti disagi:

– 9 treni regionali hanno limitato il loro percorso,

– 1 treno regionale è stato cancellato,

– 2 treni regionali hanno registrato ritardi di rispettivamente di 1’ora e di 35 minuti,

– il treno Saronno-Albairate è ripartito con 140 minuti di ritardo.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here