Pedoni investiti Lombardia 2008 – 20013, maglia nera alle province di Milano e Lecco

Incidente-Piazza-Ovidio-Milano-2Tra il 2008 ed il 2013 in Lombardia gli incidenti stradali sono diminuiti del 19,7%, mentre quelli con investimento di pedoni sono calati solo del 5,5%. Questi i dati che emergono da una elaborazione del Centro Studi Continental su dati Istat, elaborazione che fornisce anche un prospetto provinciale. In Lombardia vi sono solo tre province in cui gli incidenti con investimento di pedoni sono diminuiti nel 2013 rispetto al 2008: Milano (-26,8%), Sondrio (-9,5%) e Mantova (-43,8%). In tutte le altre province è stato registrato un aumento, che arriva fino al +33,8% di Lecco ed al +45,8% di Cremona.

 

Considerando la rilevanza degli incidenti con investimento di pedoni sul totale, in Lombardia si è passati dal 9,2% del 2008 al 10,8% del 2013, con un aumento di 1,6 punti percentuali. In testa alla graduatoria delle province vi è Milano (12%), seguita da Lecco (11,8%).

 

Nell’intera Italia, tra il 2008 ed il 2013 gli incidenti stradali sono diminuiti del 17,2%. Sempre nel periodo considerato, però, gli incidenti con investimento di pedone sono aumentati del 4,3%. Nel 2008 gli incidenti con investimento di pedone eranol’8,5% del totale. Nel 2013 questa percentuale è passata al 10,7%, con un aumento di 2,2 punti percentuali.

 

I dati emersi dall’elaborazione del Centro Studi Continental segnalano che, purtroppo, l’attenzione nei confronti dei pedoni (che sono gli utenti più deboli presenti sulla strada) negli ultimi anni non è stata adeguata all’obiettivo minimo di ottenere un andamento quanto meno simile a quello del complesso degli incidenti. Infatti, come si è detto, a fronte di un calo degli incidenti totali, vi è stato addirittura un aumento, e non trascurabile, degli incidenti con investimento di pedoni.

 

Non si sono quindi dimostrate sufficientemente efficaci le campagne di comunicazione che negli ultimi anni hanno esortato gli automobilisti a porre maggiore attenzione al rispetto dei pedoni.

 

“Ciò non vuol però dire che queste campagne debbano cessare – spiega il gruppo Contineltal – : al contrario, devono se possibile essere intensificate per produrre un’inversione di tendenza in tempi brevi. Non solo: forse non bastano le campagne di comunicazione, ma bisogna che si studino altri provvedimenti utili per diminuire il numero di incidenti con investimento di pedoni. La questione del rispetto dei pedoni deve assumere un ruolo di primo piano tra gli obiettivi dell’azione delle autorità competenti, delle case automobilistiche ed anche delle scuole guida”.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Obbligo catene a bordo o pneumatici invernali novembre 2014 – aprile 2015: elenco città per città e autostrade

Incidente mortale tangenziale Cascina Gobba Milano, era sceso per controllare un altro

incidenteIncidente mortale via Mascagni – via Conservatorio Milano, morto anziano di 78 anni

Ragazzo investito via Varese Arconte, incidente gravissimo sulla strada di scuola

Donna investita corso di Porta Vittoria Milano, incidente tra autobus e pedone

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here