Traffico opere d’arte frontiera svizzera, Gdf scopre furgone stracolmo

Ufficio delle Dogane Ponte ChiassoNel corso del la quotidiana attività di sorveglianza del confine terrestre italo – svizzero e di contrasto agli illeciti transfrontalieri, i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Gaggiolo in servizio di vigilanza doganale presso il Valico Turistico di Gaggiolo, unitamente al Funzionario dell’Agenzia delle Dogane, hanno individuato un furgone sospetto in transito in direzione Uscita Stato. Dopo che il veicolo non si è arrestato all’alt dei finanzieri, è stato immediatamente fermato e sottoposto ad un attento controllo. In fase di ispezione a bordo del mezzo, sono stati rinvenuti 7 dipinti e due stampe, nonché una statua in bronzo e un tavolo in legno. Alcuni dei reperti risalgono a epoche antiche e sono di ingente valore; per tale motivo rientrano nella categoria dei beni culturali oggetto di tutela comunitaria.

 

IL MANCATO STOP – Tutto è iniziato dal mancato stop da parte del conducente di un furgone, un cittadino lituano non residente in Italia, presso il Valico Turistico di Gaggiolo.

 

IL SEQUESTRO – L’apparente ingente valore delle opere e la totale assenza della prescritta autorizzazione al trasporto e all’esportazione, nonché la mancanza di idonea documentazione che ne giustificasse la legittima detenzione e il trasporto, ha permesso ai finanzieri di procedere al sequestro della merce.

 

LE DENUNCE – L’autista del furgone è stato denunciato per i reati di esportazione illecita di opere d’arte, nonché per ricettazione.

 

LE INDAGINI – Successive indagini hanno accertato che il conducente del mezzo, partito dalla Germania ove aveva caricato parte delle opere, si era recato prima in Francia, per reperirne delle altre, ed infine, era in procinto di rientrare in Russia transitando per l’Italia.

 

LE OPERE DI MAGGIOR VALORE – Nell’ambito della merce sequestrata, i Finanzieri hanno individuato – quali opere degne di maggiore interesse nonché di ingente valore – un dipinto raffigurante “San Sebastiano ”, due stampe raffiguranti Napoleone Bonaparte nella battaglia di Waterloo e nel ritorno dall’isola d’Elba e una statua in bronzo raffigurante un cacciatore arabo a cavallo con selvaggina.

 

IL PROTOTIPO DI ANDREA DEL SARTO – Pertanto, tra le opere sottoposte a sequestro, merita particolare menzione la tavola rinascimentale raffigurante il santo trafitto dalle frecce.

– Si tratta della versione temporalmente più vicina al prototipo – del quale si sono perse le tracce nel 1811 – realizzato da Andrea del Sarto.

– Un esemplare analogo è stato già rinvenuto pochi anni fa, da parte del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, considerandolo uno dei più antichi prototipi esistenti.

– Dopo accurate indagini, i Finanzieri della Compagnia di Gaggiolo in collaborazione con il Nucleo di Polizia Tributaria di Roma hanno accertato che l’opera sequestrata consisteva proprio nel dipinto su tavola raffigurante San Sebastiano con le frecce del martirio, ascrivibile alla cerchia di Andrea del Sarto.

– Le altre opere di valore artistico, sottoposte ad altra perizia dalla Soprintendenza di Brera, sono state classificate opere antiche di almeno 50 anni, attribuendo alle stesse un valore di diverse migliaia di Euro.

—-

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Ritrovamento quadro Mario Sironi Monza, rubato 11 anni fa, valore 300mila euro

Sequestro quadro Lucio Fontana aereoporto Linate, era l’unico passeggero di un volo privato da Zurigo e ora dovrà pagare quasi 500mila euro di Iva. Ma non solo

Arresto Milano mercante d’arte iraniano, sequestrati un Rubens da 23 milioni di euro, 23 tappeti pregiati e altro

Ritrovamento quadri rubati, Morandi, Warhol e altre opere di celebri artisti trovate in un cantiere di Albenga dai Carabinieri di Monza

Falso Kandinsky, tentata vendita da 3 milioni di euro

Quadri falsi Milano pronti da immettere sul mercato con un valore complessivo di 350mila euro

Monza – successo dell’Operazione “Gaspare degli occhiali”: recuperati due importanti dipinti risalenti al XVII e XVIII sec.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here