Banda di rapinatori hinterland Milano, 13 arresti e 3 colpi a portavalori

Pistola_archivioA seguito di una profonda attività investigativa, il gip di Monza ha emesso una misura di custodia cautelare nei confronti di 13 persone (di cui sei già detenute).

 

LE ACCUSE – Gli indagati sono accusati di associazione a delinquere, favoreggiamento personale, porto di armi clandestine, rapina pluriaggravata, ricettazione, sequestro di persona, tentato omicidio, detenzione e spaccio sostanze stupefacenti, nonché detenzione di segni distintivi, in uso alle forze di polizia.

 

LA RAPINA AL PORTAVALORI – Secondo gli Inquirenti, la banda sarebbe responsabile della rapina a un furgone portavalori nell’agosto scorso, a Cesano Maderno, che fruttò un bottino di 120mila euro.

– Durante l’ottobre successivo, le indagini dei Carabinieri hanno raggiunto una svolta grazie alle intercettazioni telefoniche con un pluripregiudicato, accertate dal Nucleo Investigativo di Monza.

– L’analisi del traffico telefonico e servizi di osservazione, controllo e pedinamento hanno consentito l’identificazione di vari componenti di un sodalizio delinquenziale, dedito alle rapine in danno di “portavalori” ed altro, documentando inoltre la disponibilità di numerose armi da fuoco da parte della banda.

 

IL COLPO ALLA POSTA DI MARIANO COMENSE – Da fine ottobre, poi, i Carabinieri sono stati impegnati in un costante monitoraggio del gruppo delinquenziale e, nei pressi dell’ufficio postale di Mariano Comense (Como), il 3 novembre, è stato sventato l’assalto armato ad un furgone portavalori, individuando anche una base logistica del gruppo, localizzata nella provincia di Varese.

 

LA RAPINA AL FIORDALISO DI ROZZANO – Le indagini hanno portato poi ad una tentata rapina compiuta il 4 novembre.

Anche questa volta, il colpo era stato ordito ai danni di un furgone portavalori, questa volta presso il  Centro Commerciale “Fiordaliso” di Rozzano (MI).

– In tale circostanza, considerata, l’evidente spregiudicatezza dei criminali e la loro pericolosità, con un blitz, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza 4 soggetti (di cui uno latitante e che in passato si era reso responsabile dell’omicidio di un militare dell’Arma per cui veniva condannato all’ergastolo ed a cui veniva in seguito condonata la pena) ed hanno recuperato un ingente quantitativo di armi da fuoco, anche tipo guerra e clandestine, nonché giubbotti anti-proiettile, materiale per il travisamento, sostanza stupefacente e veicoli di provenienza furtiva.

 

LA RAPINA AL PUNTO SNAI DI PADERNO – Ulteriori 2 soggetti della banda sono stati arrestati il 29 novembre successivo.

– I Carabinieri, infatti, sono intervenuti subito dopo un nuovo colpo, compiuto presso la Sala Scommesse Snai di Paderno Dugnano.

– In questa occasione il bottino era stato di 16.000 euro, altre armi da fuoco, di cui una clandestina.

 

L’ULTIMO ARRESTO, PER DROGA – L’ultimo arresto, avvenuto in flagranza, risale al 22 dicembre 2014.

– I Carabinieri hanno sequestrato ancora due armi da fuoco detenute illegalmente, nonché kg 1,5 di hashish.

—-

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Banda di rapinatori di banca Milano e hinterland, dalla Sicilia alla capitale meneghina

Banda rapinatori pronta a colpire Milano, avevano fucili, pistole, silenziatori, divise della Polizia e altro

Donna rapinata via Picco Milano, minacciata con pistola nell’androne di casa. Due aggressioni brutali in 3 giorni

Rapina centro scommesse corso San Gottardo Milano, vigilante 24enne minacciata con pistola

Donna rapinata via Marsala Milano, fucile a canne mozze puntato addosso in piena strada

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here