Pisapia non si ricandida, “scelta di coerenza”. Scriveteci i vostri commenti

Pisapia-Comizio“Nel 2016 non sarò candidato a diventare 13esimo sindaco di Milano”.

 

Queste le parole pronunciate dal sindaco Giuliano Pisapia a Palazzo Marino, davanti a un manipolo di giornalisti chiamati per una conferenza stampa a sorpresa, durante il piovoso pomeriggio di domenica 22 marzo 2015.

 

I toni usati dal Sindaco sono apparsi ben distanti da quanto dichiarato lo scorso giugno quando, in merito alle prossime comunali, Pisapia aveva commentato “Non c’è storia, propongano sfida almeno divertente o interessante”.

 

Ora, Pisapia ha parlato prima di tutto di coerenza, sostenendo che tale decisione tiene fede a quanto affermato in campagna elettorale, quando dichiarò che “Se avessi vinto avrei fatto un solo mandato“.

 

Rispetto ad Expo, Pisapia ha comunque sottolineato: “Alle elezioni mancano ancora un anno e due mesi, durante questo periodo garantisco il mio massimo impegno, se possibile anche più grande di quello avuto finora, per la città e per Expo“.

 

In attesa dei commenti del mondo della politica e dei cittadini, il Pd ha già manifestato le prime reazioni:  “Alla luce della decisione del Sindaco Pisapia convocheremo, forse già questa sera, una riunione di tutte le forze della coalizione. Abbiamo più volte auspicato un secondo mandato di Pisapia e gli rinnoviamo l’invito a valutare ancora una volta questa ipotesi, che vede concordi tutte le forze politiche del centrosinistra. Giuliano ha messo passione, tanto lavoro e amore nel suo incarico e ha dato molto alla sua città. Qualunque sia la sua decisione a lui va il ringraziamento di tutta la città e del Partito Democratico, per aver riportato la sinistra alla guida di Milano e per questi anni di Amministrazione che hanno cambiato profondamente la città”, ha detto Pietro Bussolati, Segretario del Partito Democratico dell’Area Metropolitana milanese.

 

In merito, invitiamo tutti i lettori a continuare ad inviare segnalazioni alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) e ad esprimere i propri commenti:

Danni esondazione Seveso Milano, raggiunti 25 milioni di euro. I cittadini: “Pisapia si dimetta”

Furti in auto e degrado viale Forlanini Milano, un papà: “Rubano e in metro è pericoloso. Grazie Pisapia!”

Furti dentro 85 box quartiere Forlanini – Mecenate Milano, i residenti: “Dov’è il ripristino della legalità promesso da Pisapia?”

Furti via Mecenate Milano, 4 appartamenti svaligiati in un pomeriggio: “Grazie Pisapia”

Pisapia re delle multe, ma “Non è per far cassa”. Le vie più segnalate dai lettori

Furti in appartamento quartiere Mecenate – Forlanini Milano, ancora cittadini disperati: “Pisapia preferisce i rom ai milanesi”

Ricorso Tar Milano contro teatro Burri Parco Sempione: “Pisapia fermi i lavori!”

Rom parcheggio Cimiano via Cazzaniga Milano, una residente scrive a Pisapia e invia le foto: “Degrado, deiezioni all’aria aperta, rumore. E i nostri figli?”

Degrado ex Pirelli via Ripamonti Milano, un residente: “L’area resta un cumulo di macerie e basta. Ennesima delusione inflitta da Pisapia”

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here