Prodotti contraffatti Legnano, Gdf sequestra oltre 5mila articoli, anche dannosi per la salute

Capodanno Cinese 4I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano hanno portato a termine una serie di interventi finalizzati al sequestro di articoli contraffatti e, in alcuni casi, nocivi per la salute.

 

L’ANNO DELLA CAPRA – L’operazione ha avuto inizio presso un esercizio gestito da cittadini cinesi a Legnano, a gennaio 2015; proprio in virtù di tale data, la missione è stata denominata “Goat Year”, ossia “anno della capra”, qual è il 2015 secondo l’almanacco cinese.

 

LA RICOSTRUZIONE DELLA FILIERA – I finanzieri del Gruppo di Legnano, dopo il primo sequestro di articoli contraffatti e privi di etichettatura o del marchio CE, hanno provveduto ad individuare gli esercizi e i mercati ove venivano venduti prodotti analoghi.

– L’attenta opera di monitoraggio svolta presso i mercati di Legnano, San Vittore Olona, Rescaldina, Cerro Maggiore e Nerviano, ha permesso di effettuare presso alcune postazioni ambulanti, ivi ubicate, ulteriori sequestri di merce avente le stesse caratteristiche di quella inizialmente sequestrata.

– Dai controlli è emerso che la maggior parte delle attività è gestita, oltre che da cittadini di etnia cinese, da magrebini e originari del Bangladesh.

 

LE GRIFFE CONTRAFFATTE – L’operazione ha portato complessivamente al sequestro di 5.582 articoli recanti marchi contraffatti anche di note “griffe” internazionali, quali accessori  per capelli di Hello Kitty, buste della Walt Disney, figurine dei Pokemon e portachiavi con le effigi di case automobilistiche.

 

I PRODOTTI IRREGOLARI – Sequestrati, inoltre, anche più di due milioni articoli privi del marchio CE e/o sprovvisti della necessaria etichettatura contenente le informazioni relative al produttore, al contenuto nominale del prodotto al momento del confezionamento, alle indicazioni fornite non in lingua italiana e privi  della  marcatura “CE”, per un valore complessivo pari a circa 2.000.000 di Euro.

 

DENUNCE E SEGNALAZIONI – Sono state, quindi, deferite alla Procura della Repubblica  di Busto Arsizio 3 persone, ritenute responsabili delle fattispecie di reato previste dagli artt. 474 e 648 CP, ovvero commercializzazione di articoli contraffatti e ricettazione.

– Ulteriori 10 soggetti sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Milano per le violazioni amministrative relative agli artt. 6,7 e 9 del DLgs 206/05 del Codice del Consumo nonché del DLgs n.54 dell’11.4.2011.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sequestro prodotti contraffatti Malpensa Milano, fenomeno e-commerce e Cina sempre in pole position

Sequestro prodotti contraffatti Corsico, 1,7 milioni di prodotti cinesi scoperti da Carabinieri e Gdf

Sequestro Guardia di Finanza di Milano, scoperti un milione di prodotti contraffatti

Di Redazione

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here