Falso cieco Rho, ha percepito 122 mila euro in 10 anni

Guardia Di FinanzaI militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano, nel corso di una attività finalizzata all’individuazione di eventuali frodi in danno del Servizio Sanitario Nazionale e dell’I.N.P.S., hanno smascherato un falso invalido che si è finto cieco assoluto per circa 10 anni, percependo così sia l’indennità di invalidità civile, che quella di accompagnamento, per un importo di circa 122 mila euro.

.
CIECO ASSOLUTO – Le indagini, condotte nell’ambito di un più ampio piano volto alla tutela della spesa pubblica nazionale, una delle priorità dell’azione di servizio della Guardia di Finanza, si sono concentrate su un uomo residente a Rho, che era stato riconosciuto affetto da un grave deficit visivo con certificazione di Cieco Assoluto. Tale deficit, di fatto, gli avrebbe impedito di svolgere, nella vita quotidiana, qualsiasi azione.

 

SPESA, PASSEGGIATE, POSTA – I finanzieri del Gruppo di Legnano, nel corso delle indagini, supportate anche da pedinamenti e immagini audiovisive, hanno accertato che il soggetto svolgeva autonomamente attività incompatibili con lo stato di invalidità dichiarato.

– L’uomo, infatti, è stato ritratto in diverse occasioni sempre privo di bastone e senza accompagnatore, in luoghi non domestici. Tra questi, ad esempio centri commerciali, dove prelevava oggetti dagli scaffali esaminandone le targhette indicanti prezzo, peso ed altre specifiche del prodotto, conducendo il carrello contenente i prodotti acquistati e depositando i sacchetti della spesa nel bagagliaio della propria autovettura.

– Analogamente, nel mentre si accingeva a portare in casa vari oggetti, si soffermava presso il cancello di ingresso prelevando anche la posta dalla cassetta delle lettere, per poi proseguire, sempre in piena autonomia, verso le scale che danno accesso all’abitazione.

.
LA DENUNCIA – Le prove acquisite nel corso dei numerosi appostamenti e non facili pedinamenti hanno quindi permesso di dimostrare la piena autonomia dell’uomo nel muoversi e nello svolgimento di tutte le consuete attività quotidiane, facendo scattare la denuncia per truffa aggravata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano.

 

122MILA EURO PERCEPITI INDEBITAMENTE DAL 2005 – Da qui gli ulteriori approfondimenti investigativi sotto la guida dell’ Autorità Giudiziaria, in relazione alla percezione di indebite indennità a partire sin dall’anno 2005: il totale è di 122mila euro.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here