Domeniche chiuse al traffico corso Buenos Aires Milano durante Expo, guerra tra Confcommercio e Consiglio di Zona 3

STOP«Sugli eventi delle chiusure domenicali a Milano di corso Buenos Aires il Consiglio di Zona 3 con il suo presidente Renato Sacristani non faccia fughe in avanti, ma condivida le scelte con il Duc Distretto Urbano del Commercio Buenos Aires». E’ questo, in estrema sintesi, il pensiero di Confcommercio Milano in relazione alla delibera del 7 maggio del Consiglio di Zona 3  riguardo lo svolgimento, per il 21 giugno, del secondo Trofeo Ambrosiano Auto Storiche. Una decisione, comunicano da corso Venezia, «presa senza la minima consultazione del Duc Buenos Aires».

.
– LA DELIBERA CONTESTATA DAL CENTRODESTRA – La chiusura al traffico di corso Buenos Aires, per tutte le domeniche, durante i mesi di Expo 2015, era stata annunciata – ricordiamolo – dal presidente di Zona 3 Renato Sacristani e dall’ad di Corsorzio Buenos Aires, Domenico Zimbalatti. Un’iniziativa già allora fortemente avversata dai commercianti e che, negli intenti degli ideatori, avrebbe  facilitato l’organizzazione di eventi nell’ambito di «Expo in città» o anche solo reso più semplice e agevole il passeggio domenicale per le migliaia di turisti attesi in città.

– A metà febbraio, nonostante l’opposizione del centrodestra, del Movimento 5 Stelle e anche dall’AscoBaires (l’associazione dei commercianti riconosciuta dalla Confcommercio milanese), la delibera – col beneplacito della giunta arancione – era stata approvata dal Consiglio di Zona 3 con il favore del Consorzio Buenos Aires.

.

– DUC BUENOS AIRES MAI PRESO IN CONSIDERAZIONE – «Sacristani e il Consiglio di Zona 3 – afferma ora Confcommercio Milano – spieghino perché il Duc Buenos Aires non è stato più convocato dal 30 marzo, quando ha deliberato 9 domeniche di chiusura a fronte di un palinsesto di eventi, in questi mesi di Expo, da condividere. Una decisione, quella del 30 marzo, che nasce in base a un orientamento della Giunta comunale».

– «Il palinsesto di eventi – prosegue Gabriel Meghnagi, consigliere di Confcommercio Milano (e presidente di AscoBaires) – non si è mai concretizzato seriamente. Spiace che il Consiglio di Zona e il suo presidente Sacristani facciano finta che il Duc Buenos Aires non esista. A loro ricordiamo che nel Duc Buenos Aires si assumono e condividono le decisioni che hanno un forte impatto sul corso, sulle sue attività e sulla viabilità. Diciamo perciò chiaro e tondo a Sacristani e al Consiglio di Zona 3 che gli eventi delle chiusure domenicali si concordano nel Duc».

.
DE CORATO: “DECISIONI PRESE IN AUTONOMIA DAL CONSIGLIO DI ZONA” – Sull’argomento ha preso posizione anche Riccardo De Corato, vice-presidente del Consiglio comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale in Regione.

– «Secondo gli accordi presi da giunta, Cdz e Duc durante il loro ultimo incontro – afferma – le chiusure domenicali di corso Buenos Aires dovevano essere decise dopo aver consultato i commercianti. Invece adesso si scopre che il Consiglio di Zona 3 ha preso le decisioni in autonomia, lasciando che i negozianti di una delle vie più importanti del commercio europeo conoscessero date e modalità a cose fatte».

– E De Corato ha già assicurato che non se ne starà con le mani in mano: «Presenterò due interrogazioni. Una in Regione, visto che i Duc sono istituiti e finanziati dalla Regione, per sapere come sia possibile che questo organo sia stato ignorato in questo modo. E l’altra in Comune per chiedere di intervenire sul Consiglio di Zona 3, che non può assolutamente prendere queste decisioni calpestando i diritti dei commercianti, che dovevano quantomeno essere interpellati».

.

“NON C’E’ STATA CORRETTEZZA” – E dire che, inizialmente, i commercianti della zona avevano anche rispettato l’orientamento dato dalla giunta, proponendo addirittura tre chiusure domenicali in più rispetto alla chiusura mensile. «Ma dall’altra parte – conclude De Corato – non c’è stata altrettanta correttezza. Decidere le chiusure di vie del commercio di tale importanza in autonomia è follia e dimostra che il Cdz3 non ha nessun riguardo per i commercianti e per gli accordi presi».

– Per corso Buenos Aires, è il caso di dirlo, si preannuncia un’estate davvero calda.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

S.P.

3 COMMENTI

    • Buongiorno,

      abbiamo cercato il suo commento, ma non abbiamo trovato che questo, dove ci chiede della pubblicazione. Purtroppo non ci risultano altri post da parte sua. Consideri che abbiamo un filtro antispam/antivolgarità molto restrittivo: forse per questo non è andato a buon fine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here